Il Self Rescue nel Kitesurf

A volte, durante le nostre uscite in kitesurf, puo’ capitare di trovarsi in difficolta’ e di dover tornare a riva utilizzando la manovra del Self Rescue , ossia con quella manovra che ci consente di tornare in spiaggia restando in possesso dell’attrezzatura da kitesurf.
Note e consigli
  1. In tutte le situazioni di emergenza, bisogna stare tranquilli e non farsi mai prendere dal panico.
  2. Bisogna sapere esattamente cosa si deve fare.
  3. Non allontanarsi mai troppo dalla costa (la legislazione italiana prevede che ci si possa allontanare dalla costa di massimo un miglio nautico).
  4. Se possibile, esercitarsi a terra nella manovra del Self Rescue, magari con un vecchio kite.
  5. In caso di emergenza, non abbandonare il kite o la tavola perche’, nelle situazioni estreme, servono da appoggio e soprattutto son ben visibili a chi ci deve prestare soccorso.
  6. Prima di uscire a mare, valutare sempre le condizioni meteo e avvertire qualcuno a terra che stiamo uscendo.

La Manovra del Self Rescue

Self Rescue in assenza di Vento

Nello sfortunato caso che il vento sia cessato completamente, o che la sua intensità non generi sufficiente trazione sul kite, bisogna operare come segue:
  • Assicuriamoci di non aver perso la tavola, manteniamola accanto noi, l’ideale sarebbe avere un leash/sagoletta di riserva, legata al trapezio,  da usare per trattenere la tavola, (è difficile lo so!).
  • Avvolgere sulla barra un paio di metri della linea collegata al leash del kite per far mettere l’ala a bandiera.
  • Rifare tutti i cavi sulla barra e assicurare i cavi con un paio di mezzi colli sulla barra.
  • Sgonfiare il kite e arrotolarle nel miglior modo possibile mettendo dentro di esso la barra.
  • Poggiare il kite sulla tavola e appoggiandosi ad essa e nuotare verso riva.

Self Rescue in Presenza di Vento

In presenza di vento, che deve soffiare dal mare verso riva (on shore/side on shore), se per un qualsiasi motivo non riusciamo o non possiamo fare il rilancio del kite dall’acqua, dobbiamo operare come segue:
  • Assicuriamoci di non aver perso la tavola, manteniamola accanto a noi, magari assicurandola con il leash del kite.
  • Avvolgere sulla barra un paio di metri della linea collegata al leash del kite per far mettere l’ala a bandiera.
  • Avvolgere sulla barra un paio di metri della linea collegata al leash del kite per far mettere l’ala a bandiera.
  • Rifare tutti i cavi sulla barra e assicurare i cavi con un paio di mezzi colli sulla barra.
 A questo punto la situazione è la seguente: tavola presso di noi (speriamo!!), barra con i cavi avvolti e bloccata dai mezzi colli, ala a bandiera (data dalla differenza di cavo di sicurezza preventivamente avvolto alla barra), ala vicino a noi con la Leading Edge sull’acqua.
In queste condizioni:
  • far capovolgere il kite con l’estradosso sull’acqua
  • Afferrare un tip (quello rivolto verso terra).
  • Mettere la barra e la tavola dentro il kite con le pinnette rivolte in su per non danneggiare il canopy.
  • Afferrare la briglia posta in alto far assumere all’ala la forma a “C” in modo da consentirci di essere trainati verso riva.
 Nota: Le moderne ali hanno all’interno dei tips delle maniglie che possono essere afferrate e facendo assumere all’ala la forma a “C” essere trainati a riva.
Consiglio: Mettetevi in piedi, per rientrare a riva, solo quando siete vicino al bagnasciuga per almeno 10 metri e non prima, in quanto la variazione d’altezza della sabbia/mare sul fondo potrebbe essere tale da non farvi toccare, a questo punto per rientrare, stanchi ed incasinati, potrebbe essere un problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *