Il Kitesurf alle Olimpiadi 2024? Revisione delle classi e strategie della World Sailing per le olimpiadi di Parigi del 2024

Olimpiadi 2024 a Parigi Francia

12 Dicembre 2017 – Nuovo Piano della World Sailing per le Olimpiadi di Parigi del 2024: Fuori il windsurf, dentro il Kite maschile e femminile. I doppi 470 e 49er diventano entrambi misti, come il Nacra 17.

Sembra che buona parte della World Sailing, con in testa il Presidente seguito da diversi Consiglieri, stia pianificando una vera e propria rivoluzione delle classi e degli eventi in vista delle Olimpiadi di Parigi del 2024, con la vela di base a Marsiglia.

Quella che riportiamo di seguito dovrebbero essere le novità che saranno proposte dal presidente della World Sailing Kim Andersen (DEN) e dal CEO Andy Hunt (GBR). Tutto ciiò dovrebbe essere proposto e votato dal Consiglio Word sailinga Maggio 2018, anche se si potrebbe procedere ad una votazione via email nel prossimo mese di febbraio.

Il piano delle classi veliche per le Olimpiadi del 2024 a Parigi

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Maschili

  • Finn – nessun cambiamento, ma con produzione aperta.
  • Laser Standard– nessun cambiamento tranne che per un nuovo topmast in carbonio; scafi/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo.

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Femminili

  • Laser Radial: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • Nuovo singolo per pesi leggeri:  ancora da definire, scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Miste (uomo-donna)

  • 470 tender: attrezzatura open.
  • 49er skiff: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo..
  • New – Nacra 17 Foiling :  scafi/vele/attrezzatura monotipo; ritocchi alle regole di classe di Tokyo 2020.
  • New Entry – Nuova Classe Offshore – scafi/vele/attrezzatura monotipo; scafo da definire, presumibilmente un Beneteau. Foil? Regata Long distance?
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024

I cambiamenti principali nella vela alle Olimpiadi del 2024

Questa sopra riportata dovrebbero essere le classi veliche per le Olimpiadi di Parigi del 2024.

I cambiamenti principali sono dunque l’eliminazione delle due classi di Windsurf(RS: X uomini e donne), oltre che la riduzione delle classi 470 e 49er skiff ad una sola classe mista. Con queste modifiche si introducono classi più spettacolari e si mantiene il numero di 10 eventi / medaglia imposto dal Comtato Olimpico Internazionale (CIO). Allo stesso tempo si rispetterebbe anche la parità di sesso, con un numero esattamente uguale di uomini e di donne in gara, un obiettivo voluto e dichiarato sia dal Comitato Olimpico Internazionale e dalla stessa World Sailing.

Tante classi con scafi, vele e attrezzatura monotipo

Come si può notare,  ben otto delle dieci classi saranno monotipo. Solamente due classi, il Finn e il 470, sono classi “aperte”.

Il Kite alle Olimpiadi

Quando il kitesurf fu accettato dalla World Sailing, fu detto alle altre classi che il kite non sarebbe divenuto un evento olimpico a meno che il Comitato Olimpico Internazionale (CIO)  non avesse concesso almeno altre due medaglie alla vela, passando così da 10 a 12 medaglie.

Con l’introduzione del kitesurf alle Olimpiadi si inserirebbe una classe per atleti di ogni età e un formato racing spettacolarità che gioverebbero assai alla visibilità della vela olimpica.

Quindi, se la proposta di inserire il Kite Foil al posto del Windsurf, evento tradizionale ma ormai obsoleto e molto meno spettacolare del Kitesurf, ne gioverebbero innanzitutto lo spettacolo e la visibilità della vela.

Inoltre i kiters (o meglio “riders” come vengono più spesso chiamati), dopo l’inserimento delle kitesurf alle olimpiadi di Buenos Aires 2018, si prenderebbero la loro vera rivincita dopo l’esclusione dalle Olimpiadi del 2016.

Produzione open o monotipo?

Si possono discutere dei vantaggi o degli svantaggi di produzione open rispetto ai monotipo. Ma una cosa è sicuramente chiara: con una produzione open rispetto ad una monotipo, i costi inevitabilmente aumenterebbero e ciò favorirebbe, favorendo ulteriormente le nazioni con più fondie più Know How, come la Gran Bretagna.

La decisione finale sarà presa a Maggio 2018

Sebbene il Signor Hunt, CEO della World Sailing, stia spingendo affinché questo nuovo programma per le classi veliche venga inviato via email già nel prossimo mese di febbraio, una decisione finale sarà presa a maggio, quando ci sarà la decisione finale del Consiglio World Sailing.

Perciò, non ci resta che aspettare ancora qualche mese per capire se il kitesurf entrerà finalmente a far parte delle Olimpiadi assolute.

Il Kitesurf alle Olimpiadi 2024? Revisione delle classi e strategie della World Sailing per le olimpiadi di Parigi del 2024
5 (100%) 9 votes

Sardegna & Kitesurf: un binomio indissolubile anche nel 2018!

Sardegna Eventi Kitesurf 2018: A Cagliari Kite Foil Gold CUp, Allenamenti TT:R in vista delle prossime olimpiadi giovanili e Finale di kite Wave 2018

Negli anni passati la Sardegna è stata teatro di alcuni tra i più importanti eventi di kitesurf sia a livello mondiale che nazionale. Soprattutto Cagliari, a partire dal 2012, ha richiamato l’attenzione del mondo su campionati europei e mondiali di Formula Kite, la classe con cui probabilmente il kite farà il suo ingresso alle Olimpiadi del 2024.

Abbiamo parlato telefonicamente con Mirco Babini, Presidente della Classe Kiteboarding Italia (CKI), sotto egida FIV, e Presidente dell’IKA (International Kiteboarding Association), che ci ha anticipato alcuni degli eventi in programma per il prossimo anno.

Kite Foil Gold Cup a Cagliari

Sull’onda del successo degli scorsi anni, la Sardegna continuerà ad essere il palcoscenico di alcune tra le più importanti manifestazioni di kitesurf.

“Dopo l’enorme successo del Mondiale di Kite Foil, tenutosi a Cagliari quest’anno, l’IKA ha deciso di confermare la città come sede per una delle tappe del Kitefoil Worldcup 2018. Con tutta probabilità, il periodo prescelto, sarà verso fine settembre, al termine di una stagione intensa e densa di eventi.

L’Open Water Challenge a Oristano

Sempre nel mese di Settembre, si terrà l’ormai consueto appuntamento con Open Water Challenge, giunto alla sua nona edizione, nel Golfo di Oristano. Ancora un po’ di incertezza sulla disciplina kite che sarà rappresentata all’evento, ma siamo certi che sarà un’edizione spettacolare, con tante regate e tantissime manifestazioni collaterali.

La finalissima del Kite Wave sempre in Sardegna

Campionato italiano Kite wave in Sardegna
Kite Wave

Anche nel 2018, dovrebbe disputarsi sull’isola la finalissima del Campionato Italiano di Kite Wave CKI/FIV, sempre con l’opzione di almeno due spot tra cui poter scegliere in base alle condizioni meteo. A proposito di campionato italiano di Kite Wave, per questo 2017 siamo in attesa delle condizioni giuste per poter chiamare la finale. Dopo un primo avviso di “semaforo giallo” per il week end del 25-25 Settembre appena trascorso, è tornato il rosso in attesa delle condizioni giuste. Cappuzzo e Ciliberto sono separati da pochi punti e sono pronti a darsi battaglia per conquistare il titolo di Campione Italiano Wave.

Nuovo Format per il Freestyle

Campionato italiano Kite Freestyle in Sardegna
Kite Freestyle

Un discorso a parte merita il freestyle: la CKI ha istituito una commissione di lavoro al fine di studiare un format a tappe del nuovo Italian Tour di Freestyle. A breve saranno svelate la composizione della commissione, il format, e le sedi delle prossime gare del circuito 2018.

Mirco non ha escluso altri possibili eventi in Sardegna, al momento ancora in fase di studio e progettazione. Non appena saranno confermati, ve ne daremo notizia!

Anche se non si svolgerà in Sardegna, merita una nota, vista la sua importanza, la tappa del Mondiale TT:Race Open che si terrà a Gizzeria, in Calabria. Ricordiamo che il TT:Race sarà la disciplina con la quale il Kite sarà rappresentata per la prima volta agli Youth Olympic Games (YOG, Giochi Olimpici Giovanili) di Buenos Aires del 2018. A tal proposito, i giovanissimi atleti sono, proprio in questi giorni, impegnati in Brasile, nel TT:R Slalom Youth World Championships. Anche la Sardegna è presente con Francesco Contini, di Cabras, il Campione Italiano Juniores Freestyle 2016.

I tecnici del TT:Race hanno scelto proprio lo specchio d’acqua del Golfo di Cagliari, per la preparazione del gruppo di giovani atleti che rappresenteranno la Nazionale Italiana agli YOG 2018. La prima tranche di allenamenti si è appena conclusa, poco prima della partenza per il Brasile. A Gennaio, i ragazzi saranno riconvocati a Cagliari per iniziare la preparazione in vista dell’evento Olimpico. Simone Vannucci e Luca Marcis saranno al loro fianco per trasmettere tutta la loro professionalità e competenza, e guidare i giovanissimi atleti verso Buenos Aires 2018.

Sardegna & Kitesurf: un binomio indissolubile anche nel 2018!
5 (100%) 6 votes

La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf

Sardegna Paradiso Kitesurf: La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf

La Sardegna, in ogni stagione, vive costantemente le sue giornate accompagnata dal vento, che sia una semplice brezza, un vento termico, o un’intensa perturbazione.

Campionato del Mondo di Kite foil a Cagliari in Sardegna
Campionato del mondo di Kite Foil a Cagliari

Con i suoi 1849 km di costa, non è difficile immaginare quanto il vento soffi sull’isola e quanto questo sia importante per gli amanti della vela, kitesurf incluso. Molti dei km di costa sono certamente impervi, con scogliere a picco e zone irraggiungibili, ma buona parte del territorio costiero è fruibile e con numerosi spot, dove praticare kitesurf in sicurezza.

I venti predominanti in Sardegna

Predominante, in tutta la regione, è il Maestrale, vento proveniente da Nord Ovest, spesso intenso, che consente il perfetto utilizzo degli spot della costa Nord e Nord-Ovest fino a Sud. Anche lo Scirocco, da Sud Est, è un vento molto presente e rende particolarmente adatti gli spot della costa, Sud Ovest, Sud, Sud Est, Est della Sardegna.

Il vento Termico

Il Vento Termico in Sardegna e' perfetto per chi pratica il kitesurf
Vento Termico

Un richiamo a parte va fatto per il vento termico. Da Aprile a Settembre, nelle giornate piu’ calde e limpide, si crea, in alcune localita’, un vento originato dalla differenza di temperatura tra le masse d’aria presenti sopra il mare, che sono più fredde, e quelle presenti sopra la terra, che sono più calde: la massa calda presente sulla terraferma si “alza” (aria ascendente) lasciando un vuoto che viene “riempito” dalla massa fredda presente sul mare; a sua volta il vuoto creato dalla massa fredda, viene riempito (aria discendente) dalla massa più fredda che sta ad una quota più alta con un movimento ciclico.

Alcuni spot dell’isola, beneficiano in particolar modo di questo vento termico. Su tutti, il Poetto di Cagliari e le zone Giorgino e di Capoterra riescono a sfruttare questo fenomeno atmosferico grazie al quale, durante tutta la stagione estiva, si verifichino le condizioni ideali sia per la pratica che per l’insegnamento del kitesurf.

Le statistiche del vento in Sardegna per alcuni dei più famosi spot per il kitesurf

Per alcuni tra gli spot per il kite surf più famosi dell’isola, partendo dalla zona di Porto Pollo a Nord, passando per la costa ovest per arrivare fino a Villasimius. abbiamo verificato le statistiche del vento.

Porto Pollo e il nord della Sardegna
Porto Pollo in Sardegna
Porto Pollo in Sardegna

Porto Pollo è sicuramente lo spot più famoso della costa Nord della Sardegna. I suoi venti forti da Nord Ovest (intensificati da un effetto Venturi che si crea tra le bocche di Bonifacio), ne hanno fatto, fin dagli anni ’80, un Paradiso per i windsurfisti, diventato, ora, anche territorio dei praticanti di kitesurf, con condizioni di vento tendenzialmente forte da Maestrale. Le giornate con vento superiore ai 4 bft (11-16 nodi), superano anche il 60% in Luglio e Settembre, i mesi, statisticamente, più favorevoli. Ultimamente le tendenze statistiche sono state un po’ smentite dai repentini stravolgimenti ambientali, non rendendo molto affidabile una previsione che è solo matematica.

Tutta la costa Nord ha spot con statistiche ottime in media e alta stagione, i periodi più gettonati dal turismo, da Porto Pollo, a Vignola, Badesi, Valledoria, Platamona, grazie ai venti dai settori Nord, con le perturbazioni da Nord Ovest provenienti dalla Francia o dal settore dei Balcani da Nord Est e grazie alle componenti termiche che arricchiscono, in particolar modo, la magnifica zona di Badesi e Valledoria, da Primavera a fine Estate.

La costa Ovest: Alghero, Oristano, Punta Trettu, Porto Botte, Chia
Punta Trettu: Luogo fantastico per la pratica del kitesurf in Sardegna
Kitesurf a Punta Trettu

Scendendo sulla costa Ovest, incontriamo Alghero e Oristano, per poi arrivare a Punta Trettu, Porto Botte, e scendere fino a Chia, a Sud Ovest.

Tra questi spot citiamo il wave spot per eccellenza di Capo Mannu, che ha statistiche piuttosto costanti durante tutto l’anno, con un picco ventoso segnalato nel mese di Maggio, con oltre il 40% di giornate oltre i 4 bft. Anche per questo spot, soprattutto ultimamente, le statistiche sono state radicalmente sconvolte dai repentini cambi climatici, con mareggiate intense, accompagnate da venti forti, sempre più frequenti nei mesi statisticamente più “tranquilli”, come ad esempio in Luglio.

Punta Trettu e Porto Botte, con statistiche simili, hanno, grazie al termico estivo, un’ottima probabilità di giornate ventose al di sopra dei 4 bft, durante tutto l’anno, con picchi ben oltre il 80%, nei mesi di alta stagione, facendo sì che gli spot siano sempre nelle prime posizioni delle mete prescelte per il turismo legato al kitesurf, durante tutto l’arco dell’anno.

Andando verso Sud, s’incontra Chia, location paradisiaca, in un contesto naturale di bellezza inaudita, dove il kitesurf è praticato in ogni stagione, con condizioni ottimali in autunno e in inverno, con le mareggiate importanti, e un’attiva stagione estiva, con condizioni più idonee per l’insegnamento.

La zona di Cagliari e Villasimius
Poetto di Cagliari in Sardegna
Poetto di Cagliari

La zona di Cagliari, dal lungomare del Poetto fino a Capoterra, offre, senza dubbio, delle condizioni ideali per l’insegnamento e la pratica del kitesurf: vento costante e con un’intensità ideale durante la maggior parte dell’anno consentono di poter fare kitesurf in tutta sicurezza. Una location comoda anche per chi viaggia in famiglia, con una città bellissima  e vivibile dotata di tutti i confort.

Andando piu’ a est, fino a Villasimius, si trovano ancora alcuni spot ideali. Qui entra pero’ in gioco un altro fattore, quello stagionale, con il turismo di massa, i divieti, le aree kite riservate.

Sulle aree kite riservata alla pratica del kitesurf, parleremo più avanti, il discorso “aree kite”, in alta stagione, è piuttosto delicato, e in continua evoluzione visto che ogni anno la Capitaneria di Porto emette un’ordinanza concernente la zona.

La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf
5 (100%) 10 votes

La Sardegna scelta per le finali dei più importanti Campionati di Kitesurf

Mondiali di Kite Foil 2017 a Cagliari in Sardegna

Da un paio di anni, la Sardegna è diventata la sede prescelta per le finalissime dei più importanti campionati di Kitesurf, sia a livello nazionale, sia Internazionale.

Capionato del Mondo di Kite Foil a Cagliari
Kite Foil a Cagliari

Nel 2017 si è già disputata, nel bellissimo lungomare del Poetto, a Cagliari, l’ultima tappa del campionato del mondo IKA KiteFoil Gold Cup.

Dopo due anni, in cui Cagliari ha ospitato il Campionato Europeo e anche il “Mondiale Young e Master”, quest’anno c’é stata nuovamente l’occasione di far vedere a tutto il mondo del kitesurf l’enorme potenziale del sud Sardegna con un altro campionato mondiale assoluto di kite, nella disciplina kitefoil. Vento forte, uno scenario magnifico, con la bellissima Sella del Diavolo, a fare da sfondo alle prestazioni dei migliori riders al Mondo.

Anche se non é stato possibile chiamare l’atteso campionato italiano assoluto di freestyle CKI/FIV in programma a Porto Botte, in avrebbero dovuto partecipare anche tanti giovanissimi atleti sardi, tra cui il campione italiano juniores in carica Francesco Contini (di Cabras), è ormai alle porte la finalissima del campionato italiano wave CKI/FIV! I riders stanno già cominciano a iscriversi numerosi, per una delle gara più attesa della stagione. Dopo la tappa laziale e quella siciliana, la Sardegna e’ da ormai tre anni la regione prescelta per la finalissima che anche quest’anno incoronerà il campione italiano CKI/FIV.

Kitesurf Wave in Sardegna
Kite Wave in Sardegna

Il Campione wave in carica, Tony Ciliberto, e il contender Francesco Cappuzzo, si contendono il titolo testa a testa, uno ad una manciata di punti dall’altro. Gli spot prescelti per disputare la finalissima sono, come di consueto,
Chia per il Sud dell’isola, con venti da Levante, e la zona di Capo Mannu, per venti di Maestrale,
con due possibilità per il campo gara: 

  • uno alla Punta del Mini Capo, dove si è disputata la finale 2015,
  • uno a Capo Mannu, spot ormai frequentato anche dai campioni provenienti da oltre Oceano per le sue condizioni di onda grande, spesso superiore ai tre metri, con i potenti venti da Nord Ovest.

Mentre gli atleti del wave hanno un occhio attento alle previsioni per le prossime settimane, alcuni ragazzi del TTR (Twin Tip Race, la tavola bidirezionale che tutti utilizzano per fare kitesurf), disciplina resa recentemente Olimpica, che parteciperà ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires nel 2018, hanno scelto Cagliari per gli allenamenti in vista della partecipazione della nostra Nazionale a questo importantissimo evento.

L’autunno in Sardegna è anche questo, sport ai massimi livelli, sfruttando le immense potenzialità dell’isola, l’incredibile varietà della sua costa, le imponenti mareggiate, e i forti venti.

Roberta Pala

La Sardegna scelta per le finali dei più importanti Campionati di Kitesurf
5 (100%) 27 votes

Kitesurf in Sardegna: Mondiali di Kite Foil 2017 a Cagliari

Sardegna Eventi Kitesurf 2018: A Cagliari Kite Foil Gold CUp, Allenamenti TT:R in vista delle prossime olimpiadi giovanili e Finale di kite Wave 2018

 

Cagliari, 7 Ottobre 2017 –  Si conclude anche la penultima giornata di gare del Sardinia Grand Slam 2017, la finalissima della Kite Foil Gold Cup che domenica 8 ottobre assegnerà il titolo di Campione del Mondo di Kite Foil nello splendido scenario del Poetto di Cagliari.

La giornata di oggi è stata caratterizzata da una temperatura primaverile, con circa 27°, e un vento di grecale, nord est, variabile dai 14 ai 18 nodi nel corso di tutta la mattinata. Le condizioni hanno permesso, fino all’ora di pranzo, lo svolgimento di 3 regate.

Non cambia molto la classifica provvisoria dell’evento con il francese Nico Parlier dominatore assoluto! Nella giornata di oggi è riuscito infatti a centrare altri due primi piazzamenti ed un secondo posto. La vera lotta sembra essere quella per il secondo e terzo posto, tra il Campione del Mondo in carica Maxime Nocher e il giovanissimo Axel Mazella! Dopo l’avvio non ottimale del primo giorno di gare, Maxime è riuscito a risalire la classifica regata dopo regata fino ad arrivare ad essere ad un passo dal francese.

Non cambiano le posizioni immediatamente successive. Guy Bridge mantiene il quarto posto, seguito da Theo De Ramecourt e dal nostro Mario Calbucci, reduce da un’ottima prestazione nella seconda regata della giornata, conclusa in terza posizione.

Domani, ultima giornata di gare con skipper meeting previsto per le ore 10.00 e partenza delle regate per le 11.00. E’ previsto vento da ovest-nord ovest oltre i 10 nodi.

Al termine delle regate, presso lo stabilimento dell’Esercito Italiano al Poetto di Cagliari, si svolgerà la cerimonia di premiazione con l’incoronamento del Campione del Mondo di Kite Foil.

 

Cagliari, 6 Ottobre 2017 – Giro di boa al Sardinia Grand Slam 2017! Si è appena conclusa la seconda giornata di regate della finalissima della Kite Foil Gold Cup che domenica 8 ottobre assegnerà il titolo di Campione del Mondo di Kite Foil nello splendido scenario del Poetto di Cagliari.

Giornata contraddistinta da un fortissimo maestrale, che fatto registrare punte di oltre 40 nodi.

Queste condizioni hanno permesso l’esaltazione delle doti tecniche ed atletiche dei 39 top rider internazionali presenti qui al Poetto.

Dal punto di vista della classifica il Day 3 del Sardinia Grand Slam si è stato caratterizzato da due straordinari recuperi. Il primo è quello del francese Nico Parlier assoluto dominatore della giornata di oggi. Con ben tre primi posti in altrettante regate quotidiane riesce a superare il connazionale Axel Mazella e diventare momentaneamente leader della classifica.

L’altro grande recupero è quello del monegasco campione del Mondo in carica Maxime Nocher che, dopo il colpo di coda nell’ultima regata di ieri e grazie ai tre terzi piazzamenti di oggi riesce a classificarsi momentaneamente al terzo posto!

Scende di un posto il britannico Guy Bridge mentre Mario Calbucci si conferma saldamente primotra gli italiani grazie al sesto posto in classifica generale.

Domani mattina skipper meeting previsto per le ore 10.00 con partenza delle regate per le 11.00.

E’ previsto vento da nord est in rotazione verso est durante la giornata del 7 Ottobre 2017, terza giornata di gare.

Cagliari, 5 Ottobre 2017 Oggi il Mondiale di Kite Foil 2017 , in corso di svolgimento alla spiaggia del Poetto di Cagliari, e’ entrato nel vivo con la prima giornata di gare.

Alle 14, con il vento variabile tra i 10 e 15 nodi, i 39 kite foilers migliori al mondo sono partiti per la prima regata della finalissima della Kite Foil Gold Cup 2017 che domenica 8 ottobre assegnerà il titolo di campione del mondo di Kite Foil 2017.

Tre le regate svolte durante la giornata. Dominio francese con Axel Mazella e Nico Parlier rispettivamente primo e secondo nelle prime due regate della giornata. Terzo, sempre in entrambe le occasioni, l’inglese Guy Bridge.

Andamento totalmente diverso in occasione dell’ultima regata, con il ritorno di fiamma del campione del Mondo in carica Maxime Nocher che si piazza al primo posto davanti al francese Theo Lhostis e all’italiano Mario Calbucci.

Domani mattina skipper meeting previsto per le ore 10. con partenza delle regate per le 11. Si prevede un fortissimo maestrale.

 

Cagliari, 4 Ottobre 2017 Sono in 40, arrivano da ogni parte del mondo e da domani mattina saranno pronti a contendersi il titolo di Kite Foil Gold Cup World Champion.

Il Sardinia Grand Slam 2017 entra nel vivo. Dopo la giornata di oggi , con l’arrivo degli atleti, le registrazioni e l’Open Ceremony, è tutto pronto per la gara, che prenderà il via domani mattina nella magnifica cornice del Poetto di Cagliari per concludersi domeni 8 ottobre con l’assegnazione del titolo di Campione del Mondo.

Il Sardinia Grand Slam, tappa finale della Kite Foil Gold Cup organizzata dalla GLEsport asd e dallo Yachting Club Cagliari, che si occuperà del coordinamento tecnico sportivo, sotto l’egida della IKA (International Kiteboarding Association), e con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna con l’assessorato al Turismo e del Comune di Cagliari.

La conferenza stampa è stata aperta dall’organizzatore Gian Domenico Nieddu seguito dagli interventi di Alberto Floris, presidente dello Yacht Club Cagliari, Barbara Argiolas, Assessore al Turismo della Regione Sardegna, Yuri Marcialis , assessore allo sport della città di Cagliari, Mirco Babini , Presidente della International Kiteboarding Association e da Giovanni Domenico Pintus, Comandante in capo per l’Esercito Italiano in Sardegna.

“Eventi come questo – afferma Barbara Argiolas – sono inclusi nel nostro piano strategico per promuovere il turismo attraverso lo sport a contatto con la natura. Stiamo aprendo il turismo a nuove stagioni grazie ad eventi come questo. Continueremo a investire in eventi eco-sostenibili e che allo stesso tempo diano un impulso economico. Eventi di vela e altri eventi sportivi a contatto con la natura trovano nella Sardegna il loro habitat ideale”.

Il Campionato del Mondo di Kite Foil si svolgerà nella fantastica spiaggia del Poetto di Cagliari, allo stabilimento balneare dell’Esercito Italiano..

Il campione del mondo in carica, MAXINE NOCHER, dovrà difendere il titolo dagli attacchi della fortissima squadra francese, tra cui NICO PARLIER, AXEL MAZELLA e THEO LHOSTIS, e dall’inglese GUY BRIDGE.

Tra gli italiani in gara ci saranno, RICCARDO LECCESE, il campione italiano MARIO CALBUCCI e ANDREA BEVERINO. In gara anche due cagliaritani, DARIO PIRAS e LUCAS REY.

STEPH BRIDGE, e’ la favorita tra le donne.

Di seguito l’elenco completo degli atleti partecipanti al Campionato Mondiale di Kite Foil.

N. Name Nation
15 Valentyn Sudak Ucraina
16 Anais Mai Desjardins France
17 Andrey Goncharov Ucraina
19 Igor Malenko Ucraina
21 Madis Kallas Estionia
23 Lorenzo Giovannelli Italy
25 Steph Bridge UK
26 Maxime Nocher Monaco
27 Guy Bridge UK
29 Jean De Falbaire Mauritius
31 Andrea Beverino Italy
33 Ivan Doronin Russia
35 Martin Dolenc Croazia
37 Valerio Venturi Italy
39 Kanton Villegas Mexico
41 Maks Zakowski Polonia
43 Blazej Ozog Polonia
45 Arkadius Kusalewicz Polonia
47 Alexander Bachev Germany
49 Sabrina Schlossikel Germany
51 Hannes Lauckner Australia
53 Jannis Maus Germany
55 Theo lhostis France
57 Theo de Ramecourt France
59 Axel Mazella France
61 Benjamin Valli France
63 Lucas Rey Italy
65 Floria Gruber Germany
67 Benjamin Petit France
69 Matteo Gaffarelli Italy
71 Toni Vodisek Slovenia
73 Nico Parlier France
75 mario Calbucci Italy
77 Andrea Mini italy
79 Pierluigi Capozzi italy
81 Andrea Riccardo Leccese Italy
83 Alessio Brasili Italy
85 Dario Piras Italy
87 Sylvain Hoceini France

31 Agosto 2017 – Anche in questo 2017, torna a Cagliari in Sardegna il grande spettacolo del Kitesurf. Infatti si disputerà tra il 4 e l’8 Ottobre 2017 al Poetto di Cagliari, la fantastica spiaggia di Cagliari, il capoluogo della Sardegna, il Campionato Mondiale di Kite Foil 2017.

Kite Foil Gold Cup 2016 a Gizzeria, Italia

Dopo i Kite Worlds del 2002, dopo i Mondiali assoluti di Kiteboard Racing del 2012, Dopo i Mondiali Youth e Master del 2014 e dopo i Campionati europei del 2016, ancora una volta Cagliari diventa il centro del kite a livello mondiale.

Di seguito sono spiegazioni sul kitesurf e sul KiteFoil e sono forniti dettagli sul Campionato mondiale di KiteFoil 2017.

  1. Kitesurf e Kite Foil: cosa sono? 
  2. Format del Campionato Mondiale di Kite Foil 2017
  3. Il Poetto di Cagliari: la location del Campionato Mondiale di Kite Foil 2017
  4. Programam del Campionato del Mondo di Kite Foil 2017
  5. Informazioni Generali sul Campionato Mondiale di Kite Foil 2017

1. Kitesurf e Kite Foil: cosa sono?

Vediamo ora di spiegare ai meno esperti, in breve, che cosa sono il kitesurf e il kitefoil.

Il Kitesurf
Le lezioni di Kite di Obama alle Isole Vergini
Le lezioni di Kitesurf di Obama

Il Kitesurf è uno sport nato recentemente (circa 15-20 anni fa) che si pratica in acqua (in mare o nei laghi) e che consiste nel planare sul pelo dell’acqua con una tavola ai piedi spinti dal vento, di cui si riesce a sfruttare la potenza grazie ad un grande aquilone (il cui termine inglese è per l’appunto Kitesurf) utilizzato come vela. E’ uno sport adrenalinico e bellissimo, che sta riscuotendo sempre più successo anche tra personaggi famosi, tra cui anche Barak Obama che si è cimentato in questo sport dopo la scadenza del suo mandato da Presidente degli Stati Uniti.

Il KiteFoil
Corso Kite Hydro Foil Race a Cagliari in Sardegna
Kite Foil

Il kite foil è invece una particolare disciplina del kitesurf nella quale si utilizza una tavola particolare, dotata di una lunghissima pinna con delle ali che permettono all’atleta di fuoriuscire completamente dall’acqua e di raggiungere velocità incredibili (anche oltre i 60 km/h) grazie alla pochissima resistenza che questa pinna incontra nell’acqua. Il Kite Foil è la Formula uno del Kitesurf. Uno spettacolo da non perdere!

2. Format del Campionato Mondiale Kite Foil 2017 a Cagliari in Sardegna

Sardinia Grand Slam Kite Foil World Championship 2017
Sardinia Grand Slam Kite Foil World Championship 2017

Il format del Campionato Mondiale di Kite Foil 2017 sarà il Fleet Racing. Il Fleet Racing non è altro che una serie di regate in cui gli atleti si sfidano fra di loro. Al termine di ogni regata, si stila una classifica in cui il primo arrivato prende un punto, il secondo classificato prende due punti, il terzo classificato prende 3 punti e così via.
Al termine di tutte le regate, l’atleta che avrà totalizzato il minor numero di punti (ossia avrà ottenuto i migliori piazzamenti nelle singole regate) si aggiudicherà il titolo di Campione del mondi di KiteFoil 2017.

Le classifiche possono cambiare fino all’ultima regata per due motivi:

  • perchè ciascuna regata ha una storia a sé e qualunque risultato è sempre possibile
  • perchè c’è il gioco degli scarti: ogni 5 regate disputate, gli atleti avranno la possibilità di scartare il risultato peggiore ottenuto nelle regate precedenti.

Saranno stilate classifiche separate per le donne, gli uomini, i giovani e i Master (oltre i 35 anni) e Grand Master (oltre i 45 anni)..

Stay tuned! Non perderti lo spettacolo dei Campionati del Mondo di Kite Foil 2017!

3. Il Poetto di Cagliari sarà la Location del Campionato Mondiale di Kite Foil 2017

mondiali Kitesurf Cagliari 2017 Sardegna
mondiali Kitesurf Cagliari 2017 Sardegna

Il campionato del Mondo di Kite Foil 2017 si svolgerà al Poetto, la fantastica spiaggia di Cagliari, presso lo stabilimento Balneare dell’Esercito, situato alla quinta fermata del Poetto.

I riferimenti dello Stabilimento Balneare dell’Esercito sono i seguenti:

  • coordinate dello Stabilmento Balneare dell’Esercito: 39.207358, 9.166604
  • Google Maps Link dello Stabilimento Balneare dell’Esercito. 
  • Lo Stabilimento dell’Esercito

    Lo Stabilimento dell’Esercito ospiterà i Campionati Europei di Formula Kite e Foil kite 2016.

    Esso si sviluppa su una grande area eche comrprende:

    • Area Atleti
    • Area Speaker & Musica
    • Area espositiva
    • Paddock
    • Area medica
    • Area Giuria / Comitato tecnico
    • segretaria
    • sala da pranzo
    • Servizi
    • area giochi
    • Info point
    • Area Media / TV
    • Sala stampa

4. Programma del Campionato del Mondo di Kite Foil 2017

Day 1 – 04 October 2017
  • 10:30 – 15:00 : allenamenti
  • 15:30 – 17:30 : registrazione degli atleti e dell’attrezzatura.
Day 2 – 05 October 2017
  • Regate di qualificazione
Day 3 – 06 October 2017
  • Regate di qualificazione
Day 4 – 07 October 2017
  • Medal Races
Day 5 – 08 October 2017
  • Medal Races

5. Informazioni generali sul Campionato Mondiale di Kite Foil 2017 a Cagliari in Sardegna

Primo giorno dell’evento 04. Oct 2017
Ultimo giorno dell’evento 08. Oct 2017
Quota massima di partecipanti 60
Data ultima per la registrazione degli atleti all’evento 03. Oct 2017
Quota di registrazione degli atleti 250.00 EUR
Quota ridotta di registrazione degli atleti 200.00 EUR
Classe KiteFoil
Disciplina Fleet Racing
Sito web dell’Evento Clicca Qui
Punti assegnati al vincitore dell’evento 200
montepremi 20000 EUR
Notice of Race Clicca Qui
Istruzioni di regata Clicca Qui
Location dell’Evento Poetto Beach
Kitesurf in Sardegna: Mondiali di Kite Foil 2017 a Cagliari
5 (100%) 17 votes