Kitesurf in Sardegna con KiteGeneration, Scuola Kite nel Sud Sardegna

Kitesurf in Sardegna con KiteGeneration, scuola Kite che offre corsi di Kitesurf nel Sud della Sardegna

Stai pensando di trascorrere la tua vacanza in Sardegna e sei alla ricerca di qualcosa di emozionante, di uno sport adreanalinico a contatto con la natura? In tal caso, scegli uno dei nostri corsi di kitesurf, e impara il Kitesurf in Sardegna con KiteGeneration, una delle Scuole Kitesurf Sardegna piu’ conosciute!

Chi siamo: Scuola Kitesurf Sardegna

KiteGenerationscuola kitesurf a Cagliari in Sardegna, è stata fondata con l’obiettivo di promuovere attività sportive legate prevalentemente al mare e alla spiaggia come il Kite Surf .

KiteGeneration organizza, nel sud della Sardegna :

Scuola kite: corsi kitesurf e servizi kite

Se hai il desiderio di imparare il Kitesurf, uno sport che hai visto praticare in spiaggia e che ti ha sempre affascinato, scegli un corso di kite con noi.

Abbiamo a disposizione tantissimi corsi di kitesurf e servizi: Scegli quello più adatto alle tue esigenze e inizia anche tu a cavalcare il mare e le onde della Sardegna:

  1. Corso kitesurf giornaliero
  2. Corso kitesurf Completo
  3. Corso kitesurf intermedio / avanzato
  4. Lezioni kite con Tavola Hydrofoil e tavola Race;
  5. Kite Camp
  6. Noleggio Kitesurf.

I nostri corsi e le nostre lezioni di Kitesurf Sardegna

Corsi Kitesurf Sardegna Cagliari Villasimius Costa Rei Chia Punta Treuttu Porto Botte
Corsi Kitesurf in Sardegna

Le nostre lezioni e i nostri corsi di kitesurf sono organizzati in modo da rendere facile e intuitivo l’apprendimento e che garantiscano il massimo divertimento con la massima sicurezza.

Al fine da garantire un elevato standard e una elevata qualità dei notri corsi di kite e per assicurarvi un apprendimento veloce e sicuro:

  • i nostri istruttori sono altamente qualificati e hanno una grandissima esperienza;
  • utilizziamo la metodologia di insegnamento professionale della IKO e della FIV (riconosciuta dalla Word Sailing, la Federazione Internazionale di Vela).
  • utilizziamo, per le lezioni di kite surf, caschi radio con sistema di voce bidirezionale (Siamo l’unica sscuola in Sardegna con tali dispositivi e una delle prime al mondo) e il sitema di Video Clinic;
  • i nostri allievi di kite indossano sempre un giubbotto salvagente e un casco protettivo.

Solo corsi di kite privati o semi-privato e lezioni

Proponiamo solo corsi di kite semi-privati (2/3 allievi e 1 istruttore / 1 kite) o corsi di kite privati (1 allievo e 1 istruttore / 1 kite). Non proponiamo corsi e lezioni di kite surf di gruppo (con 4 o più allievi).

Grazie alle lezioni e ai corsi di kite privati o semi-privati, l’istruttore di kitesurf è concentrato al 100% sull’allievo che può così apprendere e migliorare il proprio livello il più velocemente e più semplicemente possibile.

La nostra scuola di kite consiglia, quando possibile, le lezioni di kite semi-private (2/3 allievi – 1 istruttore / 1 kite). Le lezioni di kite semi-private, che garantiscono un ottimo rapporto qualità-prezzo, sono divise in sessioni di 5/10/15 minuti per ciascun allievo: quando uno degli allievi sta praticando, l’altro può osservare gli esercizi che l’altro compagno sta facendo e rendersi conto facilmente di quali sono gli errori da evitare e di come effettuare gli esercizi nel modo corretto.

CASCHI RADIO E VIDEO CLINIC PER LE LEZIONI DI KITESURF

Per garantire rapidità e ottimi risultati di apprendimento, utilizziamo anche i caschi radio. In questo modo, anche quando l’allievo che sta iniziando con esercizi quali il body-drag e le partenze, e comincia per forza di cose ad allontanarsi dall’istruttore, sarà comunque sotto la guida dell’istruttore stesso.

Con il Video Clinic invece, utilizzato in tutte le lezioni dalla partenza in poi, l’istruttore filmerà parte della vostra lezione di kitesurf e sarà più facile per voi capire quali movimenti / controllo del kite si devono migliorare e correggere.

In Sardegna, siamo stati la prima Scuola di Kite ad utilizzare queste eccellenti tecniche di insegnamento.

Spiagge dove offriamo i nostri servizi di kitesurf , SUP, Surf e Snorkeling

Il nostro spot principale, la nostra spiaggia, è il Poetto di Cagliari, che offre condizioni ideali per tutti gli sport acquatici. Al Poetto potete trovarci presso il Chiosco Bar Il Nilo. alla sesta fermata del Poetto, dove potrete trovare anche le nostre tavole da SUP e da Surf.

Corsi di Kitesurf si svolgono nelle spiagge che offrono le condizioni di vento idonee. Soltamente teniamo i corsi kitesurf presso la spiaggia del Poetto o della Maddalena Spiaggia (Capoterra) ma non di rado ci spostiamo anche in kite spot differenti come Punta Trettu, Porto Botte. o Villasimius. Sostanzialmente, la spiaggia per i Corsi di Kitesurf viene scelta quotidianamente in base alle condizioni meteo e del vento: saranno sempre spiagge semideserte che con condizioni ideali per la pratica del kitesurf. Per queste ragioni, imparare Kitesurf in Sardegna con KiteGeneration è come un “Kite Safari“, un’esperienza unica che nessun altra scuola kite è in grado di offrire: decideremo dove andremo per le lezioni di kite giorno per giorno, considerando sia le condizioni meteo che le vostre esigenze!

Proponiamo Corsi di kitesurf, Corsi e Tour in SUP, Corsi di Surf anche a Villasimius, Costa Rei o Chia, ma solo in caso di più allievi / partecipanti e di condizioni meteo adeguate.

Gli spot in cui insegniamo Kite Surf sono:

Surf, SUP, Snorkeling e Gite in barca

In partnership con Visit Tour Sardinia, oltre ai Corsi di Kitesurf, proponiamo anche:

Perchè scegliere la Sardegna, Cagliari e KiteGeneration

  • KiteGeneration offre corsi e servizi con un rapporto qualità/prezzo imbattibile: gestiamo noi stessi la scuola kitesurf e possiamo dunque garantire prezzi onesti con standard elevati. La soddisfazione degli allievi è una delle nostre priorità!
  • Multi-lingua: possiamo offrire corsi e tour in italianoinglese, spagnolo, tedesco e francese.
  • Assistenza continua: entra a far parte dell’associazione KiteGeneration, potrai beneficiare di un’assistenza continua, di supporto nella scelta dell’attrezzatura, di consigli oltre che incontrarti con altri appassionati di Kitesurf.
  • Grande esperienza degli istruttori.
  • Ottime condizioni meteo: Cagliari e la Sardegna sono famose per le statistiche sul vento, le temperature miti, le splendide spiaggie e le acque cristalline.
  • Posizione strategica di Cagliari: Cagliari, che si affaccia sul Golfo degli Angeli, si trova in posizione baricentrica rispetto alla costa est (Villasimius, Costa Rei), la costa ovest (Punta Trettu, Porto Botte) e la costa sud (Chia) della Sardegna.
  • Storia, Cultura e Natura: Cagliari e la Sardegna hanno un enorme repertorio culturale, artistico e naturale.
  • Vita Notturna di Cagliari: Cagliari che, soprattutto nelle calde serate estive, diventa centro di incontri e di vita notturna ti permetterà di associare alla tua vacanza fatta di sport e cultura anche il divertimento!
  • Scenario unico di Cagliari e del Poetto: Cagliari e il Poetto offrono uno scenario unico, è una città fantastica immersa nella natura. Cagliari sarà sede di tanti avvenimenti legati allo sport e alla vela, come i Campionati Europei di Kite Foil 2016.

Unisci il kitesurf, lo sport, la cultura, il relax e il divertimento per una vacanza in Sardegna unica!

Video: Kite hydrofoil a Cagliari su Linea Blu

Kitesurf in Sardegna con KiteGeneration, Scuola Kite nel Sud Sardegna
4.9 (97.39%) 23 votes

Il Kitesurf alle Olimpiadi 2024? Revisione delle classi e strategie della World Sailing per le olimpiadi di Parigi del 2024

Olimpiadi 2024 a Parigi Francia

12 Dicembre 2017 – Nuovo Piano della World Sailing per le Olimpiadi di Parigi del 2024: Fuori il windsurf, dentro il Kite maschile e femminile. I doppi 470 e 49er diventano entrambi misti, come il Nacra 17.

Sembra che buona parte della World Sailing, con in testa il Presidente seguito da diversi Consiglieri, stia pianificando una vera e propria rivoluzione delle classi e degli eventi in vista delle Olimpiadi di Parigi del 2024, con la vela di base a Marsiglia.

Quella che riportiamo di seguito dovrebbero essere le novità che saranno proposte dal presidente della World Sailing Kim Andersen (DEN) e dal CEO Andy Hunt (GBR). Tutto ciiò dovrebbe essere proposto e votato dal Consiglio Word sailinga Maggio 2018, anche se si potrebbe procedere ad una votazione via email nel prossimo mese di febbraio.

Il piano delle classi veliche per le Olimpiadi del 2024 a Parigi

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Maschili

  • Finn – nessun cambiamento, ma con produzione aperta.
  • Laser Standard– nessun cambiamento tranne che per un nuovo topmast in carbonio; scafi/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo.

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Femminili

  • Laser Radial: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • Nuovo singolo per pesi leggeri:  ancora da definire, scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Miste (uomo-donna)

  • 470 tender: attrezzatura open.
  • 49er skiff: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo..
  • New – Nacra 17 Foiling :  scafi/vele/attrezzatura monotipo; ritocchi alle regole di classe di Tokyo 2020.
  • New Entry – Nuova Classe Offshore – scafi/vele/attrezzatura monotipo; scafo da definire, presumibilmente un Beneteau. Foil? Regata Long distance?
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024

I cambiamenti principali nella vela alle Olimpiadi del 2024

Questa sopra riportata dovrebbero essere le classi veliche per le Olimpiadi di Parigi del 2024.

I cambiamenti principali sono dunque l’eliminazione delle due classi di Windsurf(RS: X uomini e donne), oltre che la riduzione delle classi 470 e 49er skiff ad una sola classe mista. Con queste modifiche si introducono classi più spettacolari e si mantiene il numero di 10 eventi / medaglia imposto dal Comtato Olimpico Internazionale (CIO). Allo stesso tempo si rispetterebbe anche la parità di sesso, con un numero esattamente uguale di uomini e di donne in gara, un obiettivo voluto e dichiarato sia dal Comitato Olimpico Internazionale e dalla stessa World Sailing.

Tante classi con scafi, vele e attrezzatura monotipo

Come si può notare,  ben otto delle dieci classi saranno monotipo. Solamente due classi, il Finn e il 470, sono classi “aperte”.

Il Kite alle Olimpiadi

Quando il kitesurf fu accettato dalla World Sailing, fu detto alle altre classi che il kite non sarebbe divenuto un evento olimpico a meno che il Comitato Olimpico Internazionale (CIO)  non avesse concesso almeno altre due medaglie alla vela, passando così da 10 a 12 medaglie.

Con l’introduzione del kitesurf alle Olimpiadi si inserirebbe una classe per atleti di ogni età e un formato racing spettacolarità che gioverebbero assai alla visibilità della vela olimpica.

Quindi, se la proposta di inserire il Kite Foil al posto del Windsurf, evento tradizionale ma ormai obsoleto e molto meno spettacolare del Kitesurf, ne gioverebbero innanzitutto lo spettacolo e la visibilità della vela.

Inoltre i kiters (o meglio “riders” come vengono più spesso chiamati), dopo l’inserimento delle kitesurf alle olimpiadi di Buenos Aires 2018, si prenderebbero la loro vera rivincita dopo l’esclusione dalle Olimpiadi del 2016.

Produzione open o monotipo?

Si possono discutere dei vantaggi o degli svantaggi di produzione open rispetto ai monotipo. Ma una cosa è sicuramente chiara: con una produzione open rispetto ad una monotipo, i costi inevitabilmente aumenterebbero e ciò favorirebbe, favorendo ulteriormente le nazioni con più fondie più Know How, come la Gran Bretagna.

La decisione finale sarà presa a Maggio 2018

Sebbene il Signor Hunt, CEO della World Sailing, stia spingendo affinché questo nuovo programma per le classi veliche venga inviato via email già nel prossimo mese di febbraio, una decisione finale sarà presa a maggio, quando ci sarà la decisione finale del Consiglio World Sailing.

Perciò, non ci resta che aspettare ancora qualche mese per capire se il kitesurf entrerà finalmente a far parte delle Olimpiadi assolute.

Il Kitesurf alle Olimpiadi 2024? Revisione delle classi e strategie della World Sailing per le olimpiadi di Parigi del 2024
5 (100%) 9 votes

Sardegna & Kitesurf: un binomio indissolubile anche nel 2018!

Sardegna Eventi Kitesurf 2018: A Cagliari Kite Foil Gold CUp, Allenamenti TT:R in vista delle prossime olimpiadi giovanili e Finale di kite Wave 2018

Negli anni passati la Sardegna è stata teatro di alcuni tra i più importanti eventi di kitesurf sia a livello mondiale che nazionale. Soprattutto Cagliari, a partire dal 2012, ha richiamato l’attenzione del mondo su campionati europei e mondiali di Formula Kite, la classe con cui probabilmente il kite farà il suo ingresso alle Olimpiadi del 2024.

Abbiamo parlato telefonicamente con Mirco Babini, Presidente della Classe Kiteboarding Italia (CKI), sotto egida FIV, e Presidente dell’IKA (International Kiteboarding Association), che ci ha anticipato alcuni degli eventi in programma per il prossimo anno.

Kite Foil Gold Cup a Cagliari

Sull’onda del successo degli scorsi anni, la Sardegna continuerà ad essere il palcoscenico di alcune tra le più importanti manifestazioni di kitesurf.

“Dopo l’enorme successo del Mondiale di Kite Foil, tenutosi a Cagliari quest’anno, l’IKA ha deciso di confermare la città come sede per una delle tappe del Kitefoil Worldcup 2018. Con tutta probabilità, il periodo prescelto, sarà verso fine settembre, al termine di una stagione intensa e densa di eventi.

L’Open Water Challenge a Oristano

Sempre nel mese di Settembre, si terrà l’ormai consueto appuntamento con Open Water Challenge, giunto alla sua nona edizione, nel Golfo di Oristano. Ancora un po’ di incertezza sulla disciplina kite che sarà rappresentata all’evento, ma siamo certi che sarà un’edizione spettacolare, con tante regate e tantissime manifestazioni collaterali.

La finalissima del Kite Wave sempre in Sardegna

Campionato italiano Kite wave in Sardegna
Kite Wave

Anche nel 2018, dovrebbe disputarsi sull’isola la finalissima del Campionato Italiano di Kite Wave CKI/FIV, sempre con l’opzione di almeno due spot tra cui poter scegliere in base alle condizioni meteo. A proposito di campionato italiano di Kite Wave, per questo 2017 siamo in attesa delle condizioni giuste per poter chiamare la finale. Dopo un primo avviso di “semaforo giallo” per il week end del 25-25 Settembre appena trascorso, è tornato il rosso in attesa delle condizioni giuste. Cappuzzo e Ciliberto sono separati da pochi punti e sono pronti a darsi battaglia per conquistare il titolo di Campione Italiano Wave.

Nuovo Format per il Freestyle

Campionato italiano Kite Freestyle in Sardegna
Kite Freestyle

Un discorso a parte merita il freestyle: la CKI ha istituito una commissione di lavoro al fine di studiare un format a tappe del nuovo Italian Tour di Freestyle. A breve saranno svelate la composizione della commissione, il format, e le sedi delle prossime gare del circuito 2018.

Mirco non ha escluso altri possibili eventi in Sardegna, al momento ancora in fase di studio e progettazione. Non appena saranno confermati, ve ne daremo notizia!

Anche se non si svolgerà in Sardegna, merita una nota, vista la sua importanza, la tappa del Mondiale TT:Race Open che si terrà a Gizzeria, in Calabria. Ricordiamo che il TT:Race sarà la disciplina con la quale il Kite sarà rappresentata per la prima volta agli Youth Olympic Games (YOG, Giochi Olimpici Giovanili) di Buenos Aires del 2018. A tal proposito, i giovanissimi atleti sono, proprio in questi giorni, impegnati in Brasile, nel TT:R Slalom Youth World Championships. Anche la Sardegna è presente con Francesco Contini, di Cabras, il Campione Italiano Juniores Freestyle 2016.

I tecnici del TT:Race hanno scelto proprio lo specchio d’acqua del Golfo di Cagliari, per la preparazione del gruppo di giovani atleti che rappresenteranno la Nazionale Italiana agli YOG 2018. La prima tranche di allenamenti si è appena conclusa, poco prima della partenza per il Brasile. A Gennaio, i ragazzi saranno riconvocati a Cagliari per iniziare la preparazione in vista dell’evento Olimpico. Simone Vannucci e Luca Marcis saranno al loro fianco per trasmettere tutta la loro professionalità e competenza, e guidare i giovanissimi atleti verso Buenos Aires 2018.

Sardegna & Kitesurf: un binomio indissolubile anche nel 2018!
5 (100%) 6 votes

La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf

Sardegna Paradiso Kitesurf: La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf

La Sardegna, in ogni stagione, vive costantemente le sue giornate accompagnata dal vento, che sia una semplice brezza, un vento termico, o un’intensa perturbazione.

Campionato del Mondo di Kite foil a Cagliari in Sardegna
Campionato del mondo di Kite Foil a Cagliari

Con i suoi 1849 km di costa, non è difficile immaginare quanto il vento soffi sull’isola e quanto questo sia importante per gli amanti della vela, kitesurf incluso. Molti dei km di costa sono certamente impervi, con scogliere a picco e zone irraggiungibili, ma buona parte del territorio costiero è fruibile e con numerosi spot, dove praticare kitesurf in sicurezza.

I venti predominanti in Sardegna

Predominante, in tutta la regione, è il Maestrale, vento proveniente da Nord Ovest, spesso intenso, che consente il perfetto utilizzo degli spot della costa Nord e Nord-Ovest fino a Sud. Anche lo Scirocco, da Sud Est, è un vento molto presente e rende particolarmente adatti gli spot della costa, Sud Ovest, Sud, Sud Est, Est della Sardegna.

Il vento Termico

Il Vento Termico in Sardegna e' perfetto per chi pratica il kitesurf
Vento Termico

Un richiamo a parte va fatto per il vento termico. Da Aprile a Settembre, nelle giornate piu’ calde e limpide, si crea, in alcune localita’, un vento originato dalla differenza di temperatura tra le masse d’aria presenti sopra il mare, che sono più fredde, e quelle presenti sopra la terra, che sono più calde: la massa calda presente sulla terraferma si “alza” (aria ascendente) lasciando un vuoto che viene “riempito” dalla massa fredda presente sul mare; a sua volta il vuoto creato dalla massa fredda, viene riempito (aria discendente) dalla massa più fredda che sta ad una quota più alta con un movimento ciclico.

Alcuni spot dell’isola, beneficiano in particolar modo di questo vento termico. Su tutti, il Poetto di Cagliari e le zone Giorgino e di Capoterra riescono a sfruttare questo fenomeno atmosferico grazie al quale, durante tutta la stagione estiva, si verifichino le condizioni ideali sia per la pratica che per l’insegnamento del kitesurf.

Le statistiche del vento in Sardegna per alcuni dei più famosi spot per il kitesurf

Per alcuni tra gli spot per il kite surf più famosi dell’isola, partendo dalla zona di Porto Pollo a Nord, passando per la costa ovest per arrivare fino a Villasimius. abbiamo verificato le statistiche del vento.

Porto Pollo e il nord della Sardegna
Porto Pollo in Sardegna
Porto Pollo in Sardegna

Porto Pollo è sicuramente lo spot più famoso della costa Nord della Sardegna. I suoi venti forti da Nord Ovest (intensificati da un effetto Venturi che si crea tra le bocche di Bonifacio), ne hanno fatto, fin dagli anni ’80, un Paradiso per i windsurfisti, diventato, ora, anche territorio dei praticanti di kitesurf, con condizioni di vento tendenzialmente forte da Maestrale. Le giornate con vento superiore ai 4 bft (11-16 nodi), superano anche il 60% in Luglio e Settembre, i mesi, statisticamente, più favorevoli. Ultimamente le tendenze statistiche sono state un po’ smentite dai repentini stravolgimenti ambientali, non rendendo molto affidabile una previsione che è solo matematica.

Tutta la costa Nord ha spot con statistiche ottime in media e alta stagione, i periodi più gettonati dal turismo, da Porto Pollo, a Vignola, Badesi, Valledoria, Platamona, grazie ai venti dai settori Nord, con le perturbazioni da Nord Ovest provenienti dalla Francia o dal settore dei Balcani da Nord Est e grazie alle componenti termiche che arricchiscono, in particolar modo, la magnifica zona di Badesi e Valledoria, da Primavera a fine Estate.

La costa Ovest: Alghero, Oristano, Punta Trettu, Porto Botte, Chia
Punta Trettu: Luogo fantastico per la pratica del kitesurf in Sardegna
Kitesurf a Punta Trettu

Scendendo sulla costa Ovest, incontriamo Alghero e Oristano, per poi arrivare a Punta Trettu, Porto Botte, e scendere fino a Chia, a Sud Ovest.

Tra questi spot citiamo il wave spot per eccellenza di Capo Mannu, che ha statistiche piuttosto costanti durante tutto l’anno, con un picco ventoso segnalato nel mese di Maggio, con oltre il 40% di giornate oltre i 4 bft. Anche per questo spot, soprattutto ultimamente, le statistiche sono state radicalmente sconvolte dai repentini cambi climatici, con mareggiate intense, accompagnate da venti forti, sempre più frequenti nei mesi statisticamente più “tranquilli”, come ad esempio in Luglio.

Punta Trettu e Porto Botte, con statistiche simili, hanno, grazie al termico estivo, un’ottima probabilità di giornate ventose al di sopra dei 4 bft, durante tutto l’anno, con picchi ben oltre il 80%, nei mesi di alta stagione, facendo sì che gli spot siano sempre nelle prime posizioni delle mete prescelte per il turismo legato al kitesurf, durante tutto l’arco dell’anno.

Andando verso Sud, s’incontra Chia, location paradisiaca, in un contesto naturale di bellezza inaudita, dove il kitesurf è praticato in ogni stagione, con condizioni ottimali in autunno e in inverno, con le mareggiate importanti, e un’attiva stagione estiva, con condizioni più idonee per l’insegnamento.

La zona di Cagliari e Villasimius
Poetto di Cagliari in Sardegna
Poetto di Cagliari

La zona di Cagliari, dal lungomare del Poetto fino a Capoterra, offre, senza dubbio, delle condizioni ideali per l’insegnamento e la pratica del kitesurf: vento costante e con un’intensità ideale durante la maggior parte dell’anno consentono di poter fare kitesurf in tutta sicurezza. Una location comoda anche per chi viaggia in famiglia, con una città bellissima  e vivibile dotata di tutti i confort.

Andando piu’ a est, fino a Villasimius, si trovano ancora alcuni spot ideali. Qui entra pero’ in gioco un altro fattore, quello stagionale, con il turismo di massa, i divieti, le aree kite riservate.

Sulle aree kite riservata alla pratica del kitesurf, parleremo più avanti, il discorso “aree kite”, in alta stagione, è piuttosto delicato, e in continua evoluzione visto che ogni anno la Capitaneria di Porto emette un’ordinanza concernente la zona.

La Sardegna e i suoi venti: un paradiso per gli amanti del kitesurf
5 (100%) 11 votes

La Sardegna scelta per le finali dei più importanti Campionati di Kitesurf

Mondiali di Kite Foil 2017 a Cagliari in Sardegna

Da un paio di anni, la Sardegna è diventata la sede prescelta per le finalissime dei più importanti campionati di Kitesurf, sia a livello nazionale, sia Internazionale.

Capionato del Mondo di Kite Foil a Cagliari
Kite Foil a Cagliari

Nel 2017 si è già disputata, nel bellissimo lungomare del Poetto, a Cagliari, l’ultima tappa del campionato del mondo IKA KiteFoil Gold Cup.

Dopo due anni, in cui Cagliari ha ospitato il Campionato Europeo e anche il “Mondiale Young e Master”, quest’anno c’é stata nuovamente l’occasione di far vedere a tutto il mondo del kitesurf l’enorme potenziale del sud Sardegna con un altro campionato mondiale assoluto di kite, nella disciplina kitefoil. Vento forte, uno scenario magnifico, con la bellissima Sella del Diavolo, a fare da sfondo alle prestazioni dei migliori riders al Mondo.

Anche se non é stato possibile chiamare l’atteso campionato italiano assoluto di freestyle CKI/FIV in programma a Porto Botte, in avrebbero dovuto partecipare anche tanti giovanissimi atleti sardi, tra cui il campione italiano juniores in carica Francesco Contini (di Cabras), è ormai alle porte la finalissima del campionato italiano wave CKI/FIV! I riders stanno già cominciano a iscriversi numerosi, per una delle gara più attesa della stagione. Dopo la tappa laziale e quella siciliana, la Sardegna e’ da ormai tre anni la regione prescelta per la finalissima che anche quest’anno incoronerà il campione italiano CKI/FIV.

Kitesurf Wave in Sardegna
Kite Wave in Sardegna

Il Campione wave in carica, Tony Ciliberto, e il contender Francesco Cappuzzo, si contendono il titolo testa a testa, uno ad una manciata di punti dall’altro. Gli spot prescelti per disputare la finalissima sono, come di consueto,
Chia per il Sud dell’isola, con venti da Levante, e la zona di Capo Mannu, per venti di Maestrale,
con due possibilità per il campo gara: 

  • uno alla Punta del Mini Capo, dove si è disputata la finale 2015,
  • uno a Capo Mannu, spot ormai frequentato anche dai campioni provenienti da oltre Oceano per le sue condizioni di onda grande, spesso superiore ai tre metri, con i potenti venti da Nord Ovest.

Mentre gli atleti del wave hanno un occhio attento alle previsioni per le prossime settimane, alcuni ragazzi del TTR (Twin Tip Race, la tavola bidirezionale che tutti utilizzano per fare kitesurf), disciplina resa recentemente Olimpica, che parteciperà ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires nel 2018, hanno scelto Cagliari per gli allenamenti in vista della partecipazione della nostra Nazionale a questo importantissimo evento.

L’autunno in Sardegna è anche questo, sport ai massimi livelli, sfruttando le immense potenzialità dell’isola, l’incredibile varietà della sua costa, le imponenti mareggiate, e i forti venti.

Roberta Pala

La Sardegna scelta per le finali dei più importanti Campionati di Kitesurf
5 (100%) 27 votes