Manuale Kitesurf: Glossario

Cap. 13 – Glossario

  • Air Time o Hang Time: misura del tempo passato in aria durante un salto
  • Aspect Ratio: Il rapporto tra la larghezza e l’altezza di un kite. Kites con AR alto (BOW KITES) sono normalmente più tecnici, permettono salti più alti e hanno un wind range più ampio. Kites con AR basso  (C-KITES) sono più veloci e permettono un Air Time più lungo
  • Andatura di:
    • Bolina: si assume un’andatura di bolina ogni qualvolta risaliamo il vento (navigare “verso” il vento; l’angolo formato dalla direzione del vento e dalla direzione di navigazione è acuto)
    • Traverso: si assume un’andatura di traverso ogni qualvolta navighiamo in direzione perpendicolare alla direzione del vento (l’angolo formato dalla direzione del vento e dalla direzione di navigazione è all’incirca di 90°)
    • Lasco: si assume un’andatura di lasco ogni qualvolta navighiamo nella stessa direzione del vento (l’angolo formato dalla direzione del vento e dalla direzione di navigazione è ottuso)
    • Bladders: sono le camere d’aria che si trovano all’interno degli struts e della leading edge e che danno il sostegno necessario a mantenere la struttura rigida e un profilo preciso al kite
    • Body drag: manovra che consiste nel essere trascinato dal kite, senza la tavola ai piedi. Questa manovra, se effettuata correttamente, permette al kiter di bolinare senza tavola, di recuperare la tavola stessa o di tornare a riva senza tavola in caso di necessità
    • Chicken loop: anello (di solito in gomma) collegato alle front-lines del kite che viene agganciato al trapezio del kiter permettendo a questo di navigare senza dover sostenere con le braccia tutta la trazione esercitata dal kite
    • De-power: dispositivo che permette, allontanando o avvicinando la barra al corpo, di togliere o dare potenza all’ala
    • Finestra di volo: spazio aereo in cui il kite può volare. Può essere immaginato come un quarto di una sfera che si estende rispetto al vostro sguardo da 90 gradi a sinistra 90 gradi a destra e 90 gradi in alto
  • Kite (o aquilone o ala): è la vela che “trascina” il kiter, con l’aiuto del vento
  • Kiter (o pilota): atleta che pratica il kitesurf
  • Lanciare/rilanciare l’ala: termine corretto col quale si indica l’operazione di “decollo” o di “ri-partenza dall’acqua” del kite
  • Leading Edge (o bordo d’entrata): la parte del kite in cui si trova il bladder più lungo, detto anche bordo d’entrata in quanto, quando il kite è in aria, è la prima parte del kite ad essere colpita dal vento. Alle sue estremità vengono connesse le front-lines
  • Leash dell’ala: cordino (normalmente elastico) da collegare ad una delle linee del kite per far sì che, una volta azionato il sistema di sgancio rapido dell’ala (quick release dell’ala), il kite resti vincolato al trapezio ma sventi completamente
  • Nodo (knot): unità di misura del vento equivalente ad una miglia nautica (1,85 km) per ora (1 nodo = 1,85 Km/h)
  • Onshore: nella vela, si definisce generalmente come “vento onshore” un vento che soffia dal mare verso terra
  • Offshore: nella vela, si definisce generalmente come “vento onshore” un vento che soffia da terra verso il mare
  • Quick Release: sistema di sgancio rapido che permette al kiter di liberarsi velocemente dal kite in caso di emergenza
  • Side-Shore: nella vela, si definisce “vento side-shore” un vento che soffia parallelo alla spiaggia
  • Sopravento: è una definizione dipendente dalla provenienza del vento ed è un concetto relativo e non assoluto; se, ad esempio, abbiamo due oggetti A e B, avrà significato la frase “l’oggetto A è sopravento all’oggetto B” se l’oggetto A è “investito” dal vento prima l’oggetto B (non avrà significato l’affermare “l’oggetto A è sopravento”)
  • Sottovento: è una definizione dipendente dalla provenienza del vento ed è un concetto relativo e non assoluto; se, ad esempio, abbiamo due oggetti A e B, avrà significato la frase “l’oggetto A è sottovento all’oggetto B” se l’oggetto A è “investito” dal vento dopo l’oggetto B (non avrà significato l’affermare “l’oggetto A è sottovento”)
  • Sovrainvelato: avere un’ala di dimensione superiore a quella che sarebbe necessario avere per raggiungere facilmente la planata e far kite in sicurezza con l’intensità del vento presente
  • Sottoinvelato: avere un’ala di dimensione inferiore a quella che sarebbe necessario avere per raggiungere facilmente la planata con l’intensità di vento presente
  • Stallo: assenza di pressione (vento) sufficiente sul kite per poterlo mantenere in aria
  • Struts: sono le parti “gonfiabili” (le tasche) del kite poste di traverso alla leading edge. Normalmente in un kite ci sono dai 3 ai 5 struts
  • Trailing edge (o bordo d’uscita): è la parte posteriore del kite alle cui estremità vengono connesse le back-lines
  • Wind range: il campo di utilizzo di un kite (normalmente espresso in nodi) in cui un kite può essere utilizzato in condizioni di sicurezza. Il range viene influenzato notevolmente dal peso del rider: ad esempio due kiters di diverso peso, normalmente, avranno bisogno di due ali di misura diversa per uscire con lo stesso vento vento
  • Zenith: il punto in cui si trova il kite quando vola sopra la nostra testa (ore 12)
  • Zona di potenza (Power zone): è la zona della finestra di volo che si trova esattamente in basso e contemporaneamente di fronte al kiter, dove la forza (trazione) esercitata dal kite è massima

 

Manuale Kitesurf: Glossario
5 (100%) 1 vote[s]