Manuale Kitesurf: Esercizi da eseguire per imparare a controllare il kite

Cap. 11 – Esercizi da eseguire per imparare a controllare il kite

11.1 Rotazioni del kite

Una volta fatto decollare il kite, dobbiamo cominciare a pilotarlo (controllarlo).

Supponiamo di tirare la parte destra della barra verso di noi (ossia stiamo tirando la back-line destra): il kite inizierà una rotazione verso destra, che terminerà solo nel momento in cui noi riporteremo la barra in posizione diritta, distendendo le braccia.  Se anzichè distendere le braccia, tirassimo la barra dalla parte sinistra (ricordarsi che stiamo supponendo il movimento dell’ala verso destra), non faremo altro che “frenare” la relativa semiala del kite, mentre la semiala opposta (nel nostro caso la semiala destra), più veloce, incomicerà a ruotare. Più pronunciato sarà il movimento impresso alla barra, maggiore sarà la rotazione che si avrà sull’ala.

Per esercitarsi nel controllo del kite, possiamo eseguire degli 8 (il simbolo dell’infinito) all’interno della finestra di volo. Inizialmente tenendo il kite alto vicino allo zenit ed eseguendo degli 8 molto stretti (attorno allo zenit), successivamente con degli 8 più larghi, fino a raggiungere i bordi della finestra di volo.

Con questi esercizi acquisteremo sicurezza e dimestichezza con i tempi di reazione del kite.

Suggerimento: Imparare a condurre l’ala con una mano sola. Controllare il kite con una sola mano è utile per capire quale mano ci serve in un preciso momento. Escludendo le evoluzioni e la fase delle partenze, infatti, per controllare il kite utilizziamo sempre una mano alla volta: nella finestra di volo sinistra controlleremo il kite con la sola mano destra, nella finestra di volo destra controlleremo il kite con la sola mano sinistra.

11.2 Rilancio di un kite gonfiabile dall’acqua
Rilancio del Kite da acqua tirando la back line di sinistra
Rilancio del Kite dall’acqua tirando la back line di sinistra

Con i moderni kite a 4 linee, rilanciare un kite caduto in acqua è veramente semplice.

E’ sufficiente infatti tirare con forza una delle due back-lines (utilizzando la barra o tirando direttamente la back-line stessa) e il kite comincerà a spostarsi fino ad arrivare a bordo finestra dove, dopo che si sarà messo in posizione verticale, sarà semplice farlo decollare (sempre continuando a tirare la back-line, si solleverà dall’acqua). Solo quando il kite sarà in volo potremmo rilasciare la back-line e manovrare il kite posizionando le mani sulla barra.

11.3 Camminare con l’ala in volo

Tenendo il kite a bordo finestra (ad un’altezza di circa 45-60° rispetto a terra) e controllandolo con una sola mano sulla barra, cominciamo a camminare di traverso al vento, sfruttando la leggera trazione laterale che il kite esercita su di noi.

Impariamo a camminare in tutte le direzioni: ci sarà utile quando dovremo entrare in acqua o quando faremo i primi bordi e dovremo tornare, dopo aver scarrociato, al punto di partenza camminando lungo la spiaggia con la tavola in mano.

11.4 Body drag

Saper effettuare il body drag (“trascinamento del corpo” in acqua) è fondamentale.

Esistono due tipi di Body drag:

  1. Body drag laterale (o di traverso) che viene utilizzato per raggiungere velocemente, senza la tavola ai piedi, un oggetto/luogo/compagno che si trova ai nostri lati; Il controllo del kite durante il body drag di traverso è esattamente lo stesso che effettuiamo quando cammiamo, in spiaggia, col kite in volo:
    1. Partiamo dalla posizione di kite allo zenit;
    2. Facciamo scendere l’ala lentamente lungo il bordo della finestra di vento (destra o sinistra a seconda delle esigenze) e fermiamola a circa 45-60° rispetto al livello del mare (In condizioni di poco vento sarà meglio portare il kite in una parte più alta del bordo della finestra per evitare che possa “stallare”);
    3. Distendiamoci il più possibile su un fianco (per creare meno resistenza e favorire l’avanzamento) controllando il kite (posizione e de-power) con una sola mano. Incominceremo a muoverci di traverso;
    4. Usare l’altra mano/braccia come deriva (braccio teso, mano aperta);
  2. Body drag di lasco (o di poppa) che ci consente di muoverci nella direzione del vento;  per eseguire il body drag di lasco dobbiamo far muovere il kite, dopo avere rilassato il corpo e tenendo le gambe all’indietro, con dei movimenti a 8 intorno allo zenit; con tali movimenti, incominceremo a muoverci e a planare sulla pancia muovendoci sottovento.

Praticando kitesurf, qualche caduta è inevitabile. Quando ciò capita. perdiamo la tavola che, di solito, rimane inevitabilmente sopravvento a noi. Col body drag possiamo mantenere la posizione e apettare che il vento spinga verso di noi la tavola. .

  1. Supponiamo di voler partire a destra (mure a dritta)
  2. Dopo aver portato l’ala allo zenit, assuamiamo una posizione analoga a quella che abbiamo da seduti, con buso leggermente all’indietro e gambe piegate (immagiamo di avere la tavola ai nostri piedi, esattamente di traverso al vento).
  3. Dovremo sfruttare la trazione del kite per poter sollevarci leggermente dall’acqua: dovremo quindi scegliere quell’area della finestra in cui avremo la giusta trazione per poterci sollevare senza sforzo e con naturalezza (un’eccessiva trazione ci farà sbilanciare e cadere in avanti). Visto che sappiamo che il kite ci trasmette sempre più forza mano a mano che lo portiamo verso le zone centrali della finestra di volo, faremo scendere il kite con delle picchiate progressive, partendo sempre da una posizione vivina allo zenit.
  4. Facciamo slittare leggermente il kite a sinistra lungo il bordo finestra (a ore 11)
  5. Facciamo scendere il kite in diagonale a destra verso il centro della finestra (deciso comando a destra)
  6. Appena cominciamo a sentire la trazione sufficiente a farci sollevare, assecondiamola con il corpo e contemporaneamente facciamo risalire il kite allo zenit (deciso comando a sinistra)

Nota: Con la tavola ai piedi, questi comandi andranno ripetuti più volte (eseguendo dei movimenti simili agli 8 che abbiamo imparato a fare in precedenza) fino a che in nostro corpo non si solleverà con facilità dall’acqua portandoci alla planata.

Manuale Kitesurf: Esercizi da eseguire per imparare a controllare il kite
5 (100%) 2 votes