Red Bull King Of The Air 2020: Vince Jesse Richman, secondo Nick Jacobsen e terzo Aaron Hadlow

Classifica del Red Bull King Of The Air 2020

Cape Town, Sud Africa, 6 Febbraio 2020 – Si è appena conclusa l’edizione 2020 del Red Bull King of the Air 2020. con la vittoria dello scatenato Jesse Richman. L’americano,  alla seconda vittoria in carriera al King Of The Air (KOTA), ha avuto la meglio, dopo sette ore di competizione e 34 manche, su Nick Jacobsen, secondo classificato, e su Aaron Hadlow, giunto terzo in classifica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Wow, just wow. So stoked to take it home. 2020 Red Bull King of the Air. Couldn’t do it without all of you and my team… love you guys @juliettebit @northkiteboarding @mysticboarding @redbullza @happycampers_ @hayden58_za @nick_jacobsen @marcjacobskite @jontynorton @holleybutler @klauswarkentin @mikeraper @elaine_richman @joelerichman @shawnrichman @healthyhappywild @evarichman @grahamhowes @dirtyhabitstv — @northkiteboarding @mysticboarding — @redbullza #redbullkingoftheair — #kitesurfing #kiteboarding #kiting #Maui #hawaii #surfing #surf #skate #skateboarding #snowboarding #wakeboarding #skiing #extreme #sports #athlete #freediving #la #ny #losangeles #newyork #photography #fashion #actionsports #barrel #bigwave #northkiteboarding #WeareNorth — Get Stoked // Join The Premier Club ~Link in profile~

Un post condiviso da Jesse Richman (@jesserichman) in data:

Le sue prime parole di Jesse Richman dopo la vittoria sono state: “E’ fantastico condividere questa vittoria con mia figlia, appena nata, e con i fantastici spettatori del Red Bull King of the Air”.

Red Bull King Of The Air 2020 in Cape Town, Sud Africa
King Of The Air 2020

Ricordiamo che sia Jesse Richman che Nick Jacobsen utilizzano i nuovi Kites della North Kiteboarding. Che sia il preludio ad un nuovo dominio degli atleti North? Vedremo.

Di seguito riproponiamo il video delle semifinali e della finale del King Of The Air 2020.

L’elenco degli atleti partecipanti al King Of The Air 2020

Gli atleti che hanno partecipato al King Of The Air 2020 sono stati 24. Tra questi, per la prima volta in assoluto, ha partecipato al Kite Of The Air, anche una una donna: Angely Bouillo.

I 24 atleti del KOTA sono stati scelti in questo modo:

  • i 6 migliori atleti del King Of The Air 2019.
  • 14 atleti selezionati per i video d’ammissione;
  • 4 atleti provenienti dalle gare satellite.

Tra i 14 atleti selezionati per i video e i 4 atleti provenienti dalle gare satellite, si è svolta una gara eliminatoria in cui, i primi sei classificati, si sono aggiunti ai 6 migliori atleti del King Of The Air 2019.

Prima del main event (1-16 febbraio 2020) ci sarà una eliminatoria tra i 14 rider provenienti dai video e i 4 dalle gare satelliti. Alla fine si classificheranno al main event i primi 6.

Ecco di seguito l’elenco dei partecipanti al KOTA 2020.

I primi sei atleti del King Of The Air 2019

  1. Kevin Langeree (NED)
  2. Jesse Richman (USA)
  3. Liam Whaley (ESP)
  4. Nick Jacobsen (DEN)
  5. Lasse Walker (NED)
  6. Aurelien Petreau (FRA)

I quattro atleti provenienti dalle gare satelliti

  1. Lewis Crathern (
  2. Luis Alberto Cruz (
  3. Stuart Downey (
  4. Ross-Dillon Player (RSA)

I 14 rider scelti per i video

  1. Steven Akkersdijk (NED)
  2. Angely Bouillot (FRA), l’unica donna partecipante
  3. Airton Cozzolino (ITA)
  4. Ryan De Witte (NED)
  5. Joshua Emanuel (RSA)
  6. Janek Grzegorzewsky (POL)
  7. Aaron Hadlow (GBR)
  8. Clemet Huot (FRA)
  9. Marc Jacobs (NZ)
  10. Posito Martinez (DOM)
  11. Antonin Rangin (FRA)
  12. Reno Romeu (BRA)
  13. Oswald Smith (RSA)
  14. Jason van der Spuy (RSA)

Il Kitesurf alle Olimpiadi 2024? Revisione delle classi e strategie della World Sailing per le olimpiadi di Parigi del 2024

Olimpiadi 2024 a Parigi Francia

12 Dicembre 2017 – Nuovo Piano della World Sailing per le Olimpiadi di Parigi del 2024: Fuori il windsurf, dentro il Kite maschile e femminile. I doppi 470 e 49er diventano entrambi misti, come il Nacra 17.

Sembra che buona parte della World Sailing, con in testa il Presidente seguito da diversi Consiglieri, stia pianificando una vera e propria rivoluzione delle classi e degli eventi in vista delle Olimpiadi di Parigi del 2024, con la vela di base a Marsiglia.

Quella che riportiamo di seguito dovrebbero essere le novità che saranno proposte dal presidente della World Sailing Kim Andersen (DEN) e dal CEO Andy Hunt (GBR). Tutto ciiò dovrebbe essere proposto e votato dal Consiglio Word sailinga Maggio 2018, anche se si potrebbe procedere ad una votazione via email nel prossimo mese di febbraio.

Il piano delle classi veliche per le Olimpiadi del 2024 a Parigi

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Maschili

  • Finn – nessun cambiamento, ma con produzione aperta.
  • Laser Standard– nessun cambiamento tranne che per un nuovo topmast in carbonio; scafi/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo.

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Femminili

  • Laser Radial: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • Nuovo singolo per pesi leggeri:  ancora da definire, scafi/vele/attrezzatura monotipo.
  • New Entry: Foil Kite – da definire, pinne/tavole/kite monotipo

Olimpiadi Parigi 2024 – Vela, Classi Olimpiche Miste (uomo-donna)

  • 470 tender: attrezzatura open.
  • 49er skiff: nessun cambiamento; scafi/vele/attrezzatura monotipo..
  • New – Nacra 17 Foiling :  scafi/vele/attrezzatura monotipo; ritocchi alle regole di classe di Tokyo 2020.
  • New Entry – Nuova Classe Offshore – scafi/vele/attrezzatura monotipo; scafo da definire, presumibilmente un Beneteau. Foil? Regata Long distance?
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024
Kite Foil Olimpiadi Parigi 2024

I cambiamenti principali nella vela alle Olimpiadi del 2024

Questa sopra riportata dovrebbero essere le classi veliche per le Olimpiadi di Parigi del 2024.

I cambiamenti principali sono dunque l’eliminazione delle due classi di Windsurf(RS: X uomini e donne), oltre che la riduzione delle classi 470 e 49er skiff ad una sola classe mista. Con queste modifiche si introducono classi più spettacolari e si mantiene il numero di 10 eventi / medaglia imposto dal Comtato Olimpico Internazionale (CIO). Allo stesso tempo si rispetterebbe anche la parità di sesso, con un numero esattamente uguale di uomini e di donne in gara, un obiettivo voluto e dichiarato sia dal Comitato Olimpico Internazionale e dalla stessa World Sailing.

Tante classi con scafi, vele e attrezzatura monotipo

Come si può notare,  ben otto delle dieci classi saranno monotipo. Solamente due classi, il Finn e il 470, sono classi “aperte”.

Il Kite alle Olimpiadi

Quando il kitesurf fu accettato dalla World Sailing, fu detto alle altre classi che il kite non sarebbe divenuto un evento olimpico a meno che il Comitato Olimpico Internazionale (CIO)  non avesse concesso almeno altre due medaglie alla vela, passando così da 10 a 12 medaglie.

Con l’introduzione del kitesurf alle Olimpiadi si inserirebbe una classe per atleti di ogni età e un formato racing spettacolarità che gioverebbero assai alla visibilità della vela olimpica.

Quindi, se la proposta di inserire il Kite Foil al posto del Windsurf, evento tradizionale ma ormai obsoleto e molto meno spettacolare del Kitesurf, ne gioverebbero innanzitutto lo spettacolo e la visibilità della vela.

Inoltre i kiters (o meglio “riders” come vengono più spesso chiamati), dopo l’inserimento delle kitesurf alle olimpiadi di Buenos Aires 2018, si prenderebbero la loro vera rivincita dopo l’esclusione dalle Olimpiadi del 2016.

Produzione open o monotipo?

Si possono discutere dei vantaggi o degli svantaggi di produzione open rispetto ai monotipo. Ma una cosa è sicuramente chiara: con una produzione open rispetto ad una monotipo, i costi inevitabilmente aumenterebbero e ciò favorirebbe, favorendo ulteriormente le nazioni con più fondie più Know How, come la Gran Bretagna.

La decisione finale sarà presa a Maggio 2018

Sebbene il Signor Hunt, CEO della World Sailing, stia spingendo affinché questo nuovo programma per le classi veliche venga inviato via email già nel prossimo mese di febbraio, una decisione finale sarà presa a maggio, quando ci sarà la decisione finale del Consiglio World Sailing.

Perciò, non ci resta che aspettare ancora qualche mese per capire se il kitesurf entrerà finalmente a far parte delle Olimpiadi assolute.