Dove Fare Kitesurf in Italia: i migliori Kite Spot d’Italia, da Punta Trettu allo Stagnone

Kitesurf Sardegn: i migliori Kite Spot della Sardegna

Il kitesurf sarà disciplina olimpica a partire dalle Olimpiadi di Parigi 2024. Forse anche per questo gli amanti di questo bellissimo sport acquatico, a prescindere dall’età ogni età e dal livello atletico, aumentano ogni giorno. In questo articolo vi spiegheremo dove è possibile imparare il kitesurf e dove è possibile praticarlo, dandovi una overview dei migliori kite spot in Italia, siano essi spiagge o laghi.

La crescita esponenziale del Kitesurf

A differenza degli altri sport velici, il kitesurf è più accessibile sia come costi che come logistica, ed è piàù semplice da imparare. la barca a vela infatti, seppure non è adatta a tutti per i costi, le grandi attrezzature e le competenze necessarie. Il windsurf, popolarissimo negli anni Ottanta, a ora perso un po di appeal a causa soprattutto delle dimensioni ingombranti e del fatto che per raggiungere un buon livello serve tanta preparazione e allenamento. Il kitesurf, che si può riassumere come quello “sport velico che consente di surfare tirati dall’aquilone”, vede secondo l’International kiteboarding association, 18 mila praticanti tra i 18 e i 60 anni al 2020. E considerando che il kitesurf sarà presente alle olimpiadi di Parigi 2024 e che, a differenza degli altri sport velici, è davvero uno sport per tutti, senza limiti di budget, età, preparazione, il numero dei praticanti non potrà che aumentare ancora di più.

I migliori kite spot d’italia

L’Italia è ricca di kite spot, per tutti i gusti e per tutti i livelli. Ci possono essere kite spot vicino a casa, magari su un bel lago, e in bellissime spiagge come quelle della Sardegna. Vediamo di seguito quali sono i migliori kite spot d’italia.

  • Kite Spot in Sardegna: Punta Trettu, Cagliari, Porto Pollo
  • Kite Spot in Lombardia: Torbole, Malcesine, Lago di Iseo
  • Kite Spot in Liguria: Andora, Albenga, Arma di Toggia
  • Kite Spot in Toscana: Vada, Talamone
  • Kite Spot nel Lazio: Lido di Ostia, Fregene
  • Kite Spot in Calabria: Gizzeria, Punta Pellaro
  • Kite spot in Puglia: Porto Cesareo, Laguna della Strea, Torre Mozza
  • Kite Spot in Sicilia: lo Stagnone

I migliori kite spot in Sardegna

Per la rivista americana Surfers Magazine . La Sardegna è considerata è tra le mete migliori d’Europa per gli sport velici, come il kitesurf, e per il surf. Ci sono tantissimi kite spot in Sardegna,  per tutti i livelli e per tutti i gusti: acqua piatta, acqua bassa, onde, acqua profonda. Ci sono talmente tanti spot dal sud al nord della Sardegna che sarebbe impossibile elencarli tutti in questo articolo. Ma se uno vorrebbe ridurre proprio all’osso e conoscere quali sono i kite spot per eccellenza dove fare kitesurf in Sardegna, potremmo dire che questi sono tre: Punta Trettu, Cagliari e Porto Pollo.

Punta Trettu, nel sud Ovest della Sardegna, è sempre baciata da vento in prticolare dal Maestrale e dallo Scirocco. Se si aggiunge anche l’acqua bassa e piatta che caratterizzano gran parte di questo spot, è facile capire come mai il kite spot di Punta Trettu sia considerato dagli amanti del kitesurf un vero e proprio paradiso, in particolar modo da coloro che devono imparare o migliorare il loro livello. A Punta Tretti, il Punta Trettu Kite Center Sardinia offro diversi servizi, anche di ristoro, grazie al suo Bar Cafè, e alloggi nella Punta Trettu Kitesurf House Sardinia.

Kitesurf a Punta Trettu in Sardegna, il miglior Kite Spot d'Italia
Kitesurf a Punta Trettu, Sardegna

Cagliari, con la sua bellissima spiaggia del Poetto, è sempre battuta dai venti e offre tantissimi servizi come i chioschi, le docce e le piste ciclabili e dedicate alla corsa. Inoltre ha un bellissimo centro storico e un bellissimo clima, con temperature miti durante tutto l’arco dell’anno. Proprio per questi motivi, Cagliari è considerata un luogo ideale per la pratica di sport velici ed è proprio per questo che viene scelta da tantissimi atleti e imbarcazioni, come Luna Rossa, come sede per i propri allenamenti. Cagliari, è un luogo molto frequentato anche dai kitesurfisti che popolano il kite spot del Poetto (nella stagione invernale) e il Kite Spot di Petrol Beach (nella stagione estiva).

Gara di Hydrofoil a Cagliari in Sardegna
Kitesurf a Cagliari, Sardegna

Porto Pollo, tra Palau e Santa Teresa di Gallura, con le sue acque cristalline, è ora frequentato da tantissimi kitesurfisti, oltre ai windsurfinsti, che vengono in questo spot fin dagli anni 80. Qua a Porto Pollo i venti sono garantiti quasi sempre, anche e per i meno esperti o per i principianti non sono semplici in quanto molto rafficati.

Kite a POrto Pollo in Sardegna
Kitesurf a Porto Pollo

I migliori kite spot in Lombardia: lago di Garda e Lago d’Iseo

La storia del windsurf italiano inizia sul lago di Garda dove negli anni Settanta le prime tavole arrivarono sui portapacchi dei tedeschi in vacanza. Le acque del lago di Garda e i suoi venti, in particolare i venti termici (vento che si crea a causa delle diverse temperature tra l’acqua e la terraferma) e la vicinanza del lago a tantissime città come Milano e Verona, rendono questo luogo frequentatissimo dagli amanti del kitesurf. I kite spot più conosciuti e frequentati qua sul lago di Garda sono Torbole (Tn) e Malcesine (Vr).

Kite al Lago di Garda, uno dei migliori Kite Spot d'Italia
Kitesurf al Lago di Garda

Il lago d’Iseo, con i venti dominanti dell’Olvèt (soffia la marrina presto da Nord) e l’Ora (soffia il pomeriggio da sud), è lo spot perfetto per il kitesurf, a soli  90 minuti da Milano. Qua al Lago di Iseo, i kite spot migliori sono Vello-Toline (Bs) con i venti da Sud, Corno con i venti da Nord.

I migliori Kite Spot in Liguria

In Liguria i kite spot più conosciuti e frequentati sono Andora, in cuiè presente un piccolo spot adatto a kiter con esperienza e fruibile sono nella stagione non balneare, Albenga, un kite spot in cui si può trare sia acqua piatta e onda (lo spot è molto amato dai kitesurfisti e di solito è molto affolato) e Arma di Toggia, accessibile solo nella stagione non balneare e in cui è possibile trovare acqua piatta e con chop.

I migliori Kite spot in Toscana

In estate gli spot della Toscana regalano spesso delle termiche perfette, ideali anche per coloro che vogliono avvicinarsi al kitesurf. Ad ogni modo, questi sport, ma è da ottobre che arrivano le mareggiate ed è in questo periodo che si fa sul serio e ci si mette alla prova con le onde. Ad ogni modo, qua in toscana il vento spesso è leggero e quindi stanno prendendo sempre più piede l’Hydrofoil, il Windsurf foil e il Wing Foil (si tratta di sport velici praticati utilizzando delle dotate di una grande pinna grazie alla quale la tavola viene sollevata al di fuori dell’acqua raggiungendo velocità notevoli anche con venti leggeri).

Kite a Talamone in Toscana
Kitesurf a Talamone

I migliori kite spot della toscana sono:

  • Principe di Piemonte: di fronte all’omonimo hotel a Viareggio, Principe di Piemonte è uno spot invernale con onda, nel quale il miglior vento è sicuramente  il libeccio.
  • Darsena: si esce alla spiaggia libera principalmente con libeccio. Le uscite sono tollerate anche durante la stagione balneare… almeno fino a quando la spiaggia non si riempie troppo di bagnanti (e comunque con le dovute attenzioni).
  • Marina di Vecchiano: Spiaggia molto bella e ampia. In inverno si esce ovunque, durante la stagione balneare tenersi sulla foce del Serchio e prestare comunque attenzione alle ordinanze.
  • Calambrone: a calambrone si esce in vari spot fra cui Il Circolo Windsurf di Calambrone (accesso consentito ai soli soci, con pagamento annuale tessera), Oasi del Mare (spiaggia dell’omonimo bagno, accesso consentito ai soci) e altri accessi a spiagge libere che variano anche in base alla stagione balneare. Calambrone è uno spot con altissima percentuale di vento e che funziona con tutti i venti del quadrante occidentale. I venti che qui entrano meglio sono ponente e libeccio.
  • Vada: lo spot principale è al Circolo Nautico Lillatro (a nord della baia). Si può uscire anche alla foce del fiume (più o meno a metà delle spiagge) e nella parte più a sud accedendo direttamente dalla strada che però è aperta solo in inverno. Il vento migliore per il kite spot di vada è sicuramente il Maestrale (soggetto a rinforzo termico durante la stagione calda), ma anche il Ponente e il Libeccio non sono male.
  • Punto Azzurro e Mazzanta: questi spot funzionano con venti da sud / sud-ovest. Acqua piatta
  • Donoratico: a Donoratico si esce con vento da sud (non sud-est). Vi sono diversi spot da scegliere in base alla stagione.
  • Talamone: lavora bene con tutti i venti dal maestrale al sud-est. Spot famoso per l’acqua bassa e piatta. A Talamone si può prendere parte a corsi di kitesurf.
  • Castiglione della Pescaia: Lo spot “estivo” per eccellenza. Qui il termico arriva a rinforzare il vento da nord-ovest anche di parecchi nodi.

I migliori kite spot nel Lazio

Il Lido di Ostia, sia per la vicinanza a Roma, ma anche per le termiche che soffiano con precisione svizzera, è uno dei kite spot più conosciuti e frequentati del Lazio.

Un altro spot molto rinomato del Lazio è Fregene, dove la sera le sessioni di kitesurf lasciano spazio spazio a spritz e musica tra i locali delle varie spiagge.

Kite a Fregene nel Lazio
Kitesurf a Fregene

I migliori Kite spot in Calabria

Il Kite Spot per eccellenza della Calabria è il Lido di Gizzeria, non lontano da Lamezia. Gizzeria è una spiaggia lunga e larga dove ha sede l’Hang Loose Beach, stabilimento balneare e scuola di vela e di kite. Qua a Gizzeria, grazie alle ottime condizioni meteo e del vento, ogni anno si tengono gare europee di Hydrofoil.

Un altro importante kite spot della Calabria è Punta Pellaro, frazione costiera di Reggio Calabria che da tanti anni è ospita tanti appassionati di windsurf e di kitesurf grazie alle sue ottime condizioni del vento. Anche a Punta Pellaro ci sono diverse scuole di kite.

Kite a Punta Pellaro, uno dei migliori kite spot d'Italia
Kitesurf a Punta Pellaro

I migliori kite spot in Puglia

Il Salento, versante ionico, è un ottimo posto per abbinare il kitesurf e la buona cucina. Porto Cesareo è lo spot più famoso della zona e lavora bene con vento da Sud a Ovest-Nord-Ovest. A sud di Porto Cesareo c’è la laguna della Strea, spot con acqua piatta, praticamente un parco giochi per gli amanti del freestyle e wakestyle e dove le scuole locali spesso svolgono i corsi e lezioni. A Nord di Porto Cesareo, nella baia grande, lo spot offre sia onda formata sul reef 200 mt a largo, che acqua piatta all’interno della baia. Soprattutto durante il week-end lo spot può essere molto affollato. Purtroppo anche questo spot è off-limit nei mesi esistivi, veramente tanto affollata da Giugno a Settembre.

D’estate ci si sposta a Torre Mozza, dove la cinquecentesca mole di pietra che si affaccia sulla distesa sabbiosa fa da riferimento per i naviganti al rientro. Più a nord, invece,  la Spiaggia lunga di Vieste è più gettonata da maggio a ottobre, è adatta a praticanti d’ogni livello e i venti prevalenti sono le termiche.

Kite in Puglia
Kitesurf a Porto Cesareo

I migliori Kite spot in Sicilia

Il Silia ci sono tantissimi kite spot, per tutti i livelli e le esigenze. Ma sicuramente il kite spot più conosciuto della Sicilia è lo Stagnone, a nord di Marsala. Qua allo stagnone, l’acqua bassa è l’ideale per coloro che devono imparare questo bellissimo sport. Il vento non manca e la percentuale dei giorni ventosi durante l’anno è veramente alta.

Kite allo Stagnone in Sicilia, uno dei migliori Kite Spot d'Italia
Kitesurf alla Stagnone

Kitesurf Sardegna Ottobre, Settembre, Agosto, Luglio, Giugno, Maggio, Aprile, Marzo: I mesi migliori per il Kitesurf in Sardegna

Kitesurf Sardegna Ottobre

Stai pianificando di venire in Sardegna per le tue vacanze e vorresti imparare il kitesurf? O semplicemente vuoi organizzare le tue vacanze  kitesurf in Sardegna e ti stai chiedendo qual è la migliore stagione per il kitesurf, quella con le migliori condizioni di vento e di sole? Kitesurf Sardegna Ottobre? O meglio pianificare la vacanza kite nei mesi di Settembre, Agosto, Luglio, Giugno, Maggio, Aprile, Marzo? In questo post cercheremo di darti informazioni sul Kitesurf in Sardegna, sul vento, sui migliori kite spot, su dove sia più facile imparare il kitesurf, in modo da aiutarti nel pianificare la tua vacanza.

Kitesurf in Sardegna: introduzione

Se stai cercando una settimana lunga o addirittura mesi di vento per pianificare una vacanza con kitesurf, la Sardegna può offrirti tra i migliori kite spot in Europa.

La Sardegna è la seconda isola più grande del Mar Mediterraneo. La costa della Sardegna, la seconda isola più grande del mediterraneo, è di circa 1900 chilometri e possiede molte spiagge perfette per la pratica del kitesurf: ottimi kite spot con condizioni e venti che soffiano con altissima frequenza.

Per semplicità suddividiamo la Sardegna in 4 zone: costa Nord, Costa Est, Costa Sud e Costa Ovest. In linea di massima possiamo dire che la costa est è sicuramente la zona meno ventosa (per questo motivo è anche la più verde) e che la costa occidentale, a parte la zona di Oristano in cui è presente il famoso spot di Capu Mannu (non per principianti) ha una morfologia (molte falesie sul mare) che non la rende perfetta per il kitesurf. Per questi motivi, le due migliori zone per fare kitesurf in Sardegna sono il Sud e il Nord dell’isola.

Le principali differenze tra i kite spot del sud e quelli del nord della Sardegna sono legate alla qualità del vento, alle temperature dell’aria e del mare e al numero di kite spot, che cercheremo di descrivere di seguito.

Kitesurf in Sardegna: I migliori Kite Spot della Sardegna

Non molto tempo fa. Il kitesurf in Sardegna era associato a Porto Pollo, famoso per il glorioso passato di eventi di windsurf. Nel recente passato invece, il Sud Sardegna ha avuto una crescita esponenziale come meta scelta da chi ama il kitesurf grazie a:

  • l’alto numero di kite spot;
  • altissima percentuale di giorni con vento.

Considerando tutti gli spot di kite tra il sud est e il sud ovest della Sardegna, la probabilità di trovare vento giusto per fare kitesurf ogni giorno è davvero alta. Tra gli spot per il kitesurf del Sud Sardegna, indichiamo di seguito quelli che sono considerati gli spot per eccellenza, in cui si può fare kite sia d’inverno che d’estate (in alcuni kite spot non è possibile fare kite d’estate):

Kitesurf Sardegna: I Migliori Kite Spot
Kitesurf Sardegna: Il Top Spot di Punta Trettu

Kitesurf in Sardegna: I venti e le temperature

I venti in Sardegna

I venti predominanti in Sardegna sono il Maestrale, che soffia da Nord Ovest (NW), e lo Scirocco, che soffia da Sud Est (SE). Al sud dell’isola questi venti sono più costanti rispetto al Nord, dove risultano essere spesso disturbati a causa della vicina Corsica (nel caso del Maestrale) e della stessa Sardegna (nel caso dello scirocco).

Inoltre, iin alcuni kite spot, nelle ore più calde del giorno, in condizioni meteo particolari, può soffiare un vento termico, vento che nasce dalla differenza di temperatura tra le masse d’aria sopra il mare e quelle sopra la terra. Da aprile a settembre, nelle giornate più calde e limpide, l’aria calda sopra la terra si alza e il vuoto generato da questo movimento viene riempito dall’aria fredda che si trova sopra il mare, creando un flusso d’aria chiamato per l’appunto vento termico. In alcune spiagge, come Petrol Beach, il vento termico può soffiare anche oltre i 18 nodi, mentre in altre, come Punta Trettu, il vento può essere anche di 5 nodi più forte rispetto a quanto previsto dalle previsioni meteo.

Statistiche del vento in Sardegna

Ora che abbiamo capito quali sono i venti più frequenti in Sardegna, daremo uno sguardo alle statistiche dei venti della Sardegna.

Prima di parlare di statistiche sui venti della Sardegna, dobbiamo ricordare che i venti in Sardegna cambiano spessissimo e perciò lo spot in cui praticare kitesurf potrebbe cambiare altrettanto spesso. Inoltre, bisogna sottolineare anche che le statistiche sui venti sono state radicalmente sconvolte dagli improvvisi cambiamenti climatici, rendendo poco prevedibile una previsione solo matematica. Per questo motivo, l’esperienza dei locals sia per le statistiche che per trovare e trovare il giusto vento nel giusto kite spot.

Riferendosi al Nord Sardegna, il kite spot più famoso è sicuramente Porto Pollo. I suoi forti venti da Nord Ovest (intensificati da un effetto Venturi creato alle foci di Bonifacio) hanno reso Porto Pollo, fin dagli anni ’80, un paradiso per i windsurfisti. E ora è diventata anche una meta dei kitesurfisti. La percentuale di giornate con vento più forte di 4 bft (> 11 nodi) è superiore al 60% a luglio e settembre, i mesi statisticamente più favorevoli. Ad ogni modo, sia Porto Pollo che tutti gli altri Kite Spot del nord Sardegna come Badesi e San Teodoro, hanno ottime statistiche di vento in tutti i mesi che vanno da aprile a ottobre.

Riferendosi invece al Sud Sardegna, Punta Trettu è sicuramente il kite spot per eccellenza, che anche grazie ai venti termici ha statistiche sul vento eccellenti durante tutto l’anno, con picchi di 90% di giorni ventosi con più di 4 bft. Se consideriamo il fatto che Punta Trettu ha acqua bassa e piatta, capiamo come mai questo kite spot è tra  le prime posizioni delle mete scelte dagli amanti del kitesurf. Anche la zona di Cagliari, dal Poetto fino a Capoterra e alla sua Petrol Beach, offre buonissime condizioni per insegnare e praticare kitesurf con l’80% di giornate di vento sopra i  4 bft ( > 11 nodi) durante tutto l’anno.

Temperature dell’aria e del mare in Sardegna

Al nord Sardegna, le temperature dell’aria sono solitamente più basse rispetto al sud, spesso anche di diversi gradi.

Anche le temperature dell’acqua del mare sono più elevate nel Sud Sardegna rispetto al Nord. Le temperature del mare in Sardegna sono di circa 23-25 ​​° C durante l’estate, tra i 21 ei 15 ° C durante l’inverno.

Di seguito una tabella sommara che indica la media delle temperature dell’aria e dell’acqua del mare nel sud della Sardegna

Mese gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
Temperatura aria (°C) 12 13 17 18 21 26 29 29 26 22 18 15
Temperatura mare (°C) 16 15 17 18 19 21 23 25 23 21 19 17

Kitesurf in Sardegna: quali sono i mesi migliori per il kitesurf in Sardegna

Vediamo ora di capire quali sono i mesi migliori per fare kitesurf in Sardegna.

Sicuramente possiamo dire che in Sardegna il periodo più mite, con la più alta percentuale di giornate con cielo sereno, va da marzo fino ad ottobre (quest’ultimo è un mese ancora bellissimo per il kitesurf, tanto che per tante persone “kitesurf Sardegna Ottobre” diventa un must). Dicembre e soprattutto novembre sono mesi ancora buoni dal punto di vista climatico (a novembre di solito ci sono delle settimane bellissime che definiscono quella che di solito viene chiamata “estate di San Martino”), ma le percentuali di giornate ventose sono inferiori rispetto agli altri mesi. Gennaio e febbraio sono mesi con una discreta percentuale di giornate ventose ma le temperature sono più basse rispetto agli altri mesi e la percentuale di giornate piovose è un po’ più alta.

Le percentuali di giornate ventose e di giorni con cielo sereno in Sardegna, sono riportate nella tabella seguente:

Statistiche Sud Sardegna % dei giorni ventosi

(> 11 nodi)

% dei giorni con cielo sereno
gennaio 60 65
febbraio 60 65
marzo 70 75
aprile 70 80
maggio 80 85
giugno 85 90
luglio 90 95
agosto 90 95
settembre 70 85
ottobre 70 85
novembre 50 80
dicembre 50 80

 

Riferendoci ai dati sopra riportati e alla nostra esperienza, a riguardo dei migliori mesi per fare kitesurf in Sardegna, possiamo dire che:

Kitesurf Sardegna Gennaio e Febbraio: Gennaio e Febbraio, con un po di fortuna, possono essere dei buoni mesi per il Kitesurf: le percentuali di giornate con vento forte sono piuttosto alte ma le temperature e le giornate con cielo sereno sono più basse rispetto agli altri mesi; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in tutti gli spot; è necessario l’uso di una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Marzo: marzo è un buon mese per il kitesurf in Sardegna, con alta percentuale di giornate ventose e temperature miti; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in quasi tutti i kite spot; si consiglia l’uso di una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Aprile: Anche aprile è un buon mese per il kitesurf in Sardegna, con alta percentuale di giornate ventose e temperature gradevoli; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in quasi tutti i kite spot; si consiglia l’uso di una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Maggio: Maggio è un mese molto buono per praticare il kitesurf in Sardegna data l’altissima percentuale di giornate ventose e le temperature calde; a volte le spiagge sono piuttosto affollate e per questo motivo il kitesurf non si può praticare in tutti gli spot; è sempre consigliato l’uso di una muta lunga, ma in questo periodo dell’anno qualcuno incomincia ad usare anche mute corte.

Kitesurf Sardegna Giugno: giugno è un ottimo mese per il kitesurf in Sardegna vista l’altissima percentuale di giornate ventose e viste le temperature calde; poiché le spiagge sono molto affollate, il kitesurf è possibile solo in alcuni kite spot con kite zone / aree dedicate al kitesurf (come ad esempio Punta Trettu e Petrol Beach); si possono usare anche le mute corte, ma quando il vento di maestrale soffia forte, è preferibile utilizzare una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Luglio: luglio è un ottimo mese per il kitesurf in Sardegna vista l’altissima percentuale di giornate ventose e viste le temperature calde; poiché le spiagge sono molto affollate, il kitesurf è possibile solo in alcuni kite spot con kite zone / aree dedicate al kitesurf (come ad esempio Punta Trettu e Petrol Beach); è consigliabile utilizzare per lo meno una muta corta, e quando il vento di maestrale soffia forte, è preferibile utilizzare una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Agosto: Agosto è un ottimo mese per il kitesurf in Sardegna vista l’altissima percentuale di giornate ventose e viste le temperature calde; poiché le spiagge sono molto affollate, il kitesurf è possibile solo in alcuni kite spot con kite zone / aree dedicate al kitesurf (come ad esempio Punta Trettu e Petrol Beach); è consigliabile utilizzare per lo meno una muta corta, e quando il vento di maestrale soffia forte, è preferibile utilizzare una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Settembre: settembre è un ottimo mese per il kitesurf in Sardegna vista l’altissima percentuale di giornate ventose e viste le temperature calde; poiché le spiagge sono molto affollate, il kitesurf è possibile solo in alcuni kite spot con kite zone / aree dedicate al kitesurf (come ad esempio Punta Trettu e Petrol Beach); è consigliabile utilizzare per lo meno una muta corta, e quando il vento di maestrale soffia forte, è preferibile utilizzare una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Ottobre: ​​ottobre è un mese abbastanza buono per il kitesurf in Sardegna considerata la percentuale piuttosto alta di giornate ventose e le temperature solitamente calde; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in quasi tutti i kite spot; si consiglia l’uso di una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Ottobre: Kite Spot di Punta Trettu
Kitesurf a Punta Trettu in Ottobre

Kitesurf Sardegna Novembre: novembre è un mese abbastanza buono per il kitesurf in Sardegna considerata la percentuale abbastanza soddisfacente di giornate ventose e le temperature ancora gradevoli; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in tutti gli spot; è necessario l’uso di una muta lunga.

Kitesurf Sardegna Dicembre: dicembre è un mese abbastanza buono per il kitesurf in Sardegna considerata la percentuale abbastanza soddisfacente di giornate ventose e le temperature ancora gradevoli; le spiagge non sono affollate e quindi il kitesurf è consentito in tutti gli spot; è necessario l’uso di una muta lunga.

Qual è il miglior Kite Spot in Sardegna?

In Sardegna la direzione del vento potrebbe cambiare anche ogni giorno e i venti di Maestrale (NW), Scirocco (SE), Libeccio (SW), Levante (E), Vento termico, ecc., potrebbero susseguirsi e cambiare da un giorno all’altro.

Vista questa situazione, il nostro suggerimento è quello di contattare una scuola di kite che sappia leggere correttamente le previsioni meteo e sapere dove andare per trovare le condizioni migliori per il kitesurf.

Anche se non è possibile definire il miglior Kite Spot della Sardegna in senso assoluto, possiamo dire che Punta Trettu è forse il kite spot che offre le condizioni miglior per fare kitesurf con tanti venti (anche NO e SE, completamente opposti fra di loro), con acqua bassa e piatta è sicuramente il Kite Spot di Punta Trettu.

 

Sperando che questo articolo ti sia piaciuto, ti salutiamo e ti invitiamo a venire in Sardegna per delle fantastiche giornate di kite nella nosrta bellissima isola.

 

Se hai apprezzato questa guida sulla stagione del kitesurf in Sardegna condividila.
Spero di vedervi presto mentre fate kitesurf in Sardegna!

 

Kitesurf Significato Kitesurf Cos’è

Kitesurf: Cos'è e Significato

In questo post vi spiegheremo cos’è il kitesurf,  il suo significato, la differenza tra i termini Kite – Kitesurf – Kiteboarding e risponderemo a qualcuna delle domande più frequenti tra chi si appresta ad imparare questo fantastico sport come “E’ difficile imparare il kitesuf?“, “Quanto tempo ci vuole per imparare il kitesurf?“, “il Kitesurf è uno sport estremo?”.

Kitesurf Significato
Kite North Kiteboarding

Kitesurf cos’è: Significato di Kite, Kitesurf, Kiteboarding

Il Kitesurf o Kiteboarding o semplicemente Kite è uno sport velico recente nato alla fine degli anni 90 come variante del surf. Consiste nel planare sull’acqua stando in piedi su una tavola e facendosi trainare da un kite (termine inglese per definire un aquilone) che viene mosso dal vento (ossia il vento è il propulsore). La persona trainata dal kite è collegata a questo tramite delle linee (detti anche cavi) e viene controllato e manovrato per mezzo di una barra di controllo. Se dovessimo rispondere in modo sintetico alla domanda “Kitesurf, cos’è” oppure “Significato kitesurf” potremmo dire: “il kitesurf è uno sport a vela in cui si sta in piedi su una tavola da surf mentre si è trascinati da un grande aquilone“.

Quale è la differenza tra Kite, Kitesurf, Kiteboarding?

Kite, Kitesurf (o Kitesurfing) e Kiteboarding, nella lingua italiana, sono termini utilizzati nella maggior parte dei casi come sinonimi per indicare lo sport del kitesurf. Nella lingua parlata, Kite, che in senso stretto indica l’aquilone con cui veniamo trainati quando pratichiamo il kitesurf, viene indicata come diminutivo della parola kitesurf o kiteboarding (quest’ultima parola, data la sua lunghezza, viene utilizzata pochissimo). Per cui l’espressione “Andiamo a fare a fare Kite?” significa “Andiamo a fare Kitesurf / Kitebording?”.

Volendo essere un po’ più precisi,

  • Il termine Kite, come già detto in precedenza, si riferisce all’aquilone con cui veniamo trainati quando pratichiamo il kitesurf o kiteboarding;
  • Tavola Da Kitesurf Monodirezionale
    Tavola da Kitesurf Mono direzionale

    Il termine kitesurf si riferisce all’uso di una tavola sa surf che è una tavola direzionale che ha bisogno di essere ruotata quando invertiamo la direzione di marcia;

  • Il termine kiteboarding si riferisce all’uso di una tavola diversa da quella della categoria precedente, come ad esempio una tavola twin tip (detta anche tavola bidirezionale detta così in quanto ha le estremità uguali e non ha bisogno di essere ruotata quando si inverte la direzione di marcia),  che è simile a una tavola da wakeboard (o da snowboard per i meno esperti) o una tavola da hydrofoil (che ci consente di planare alzandoci sopra il pelo dell’acqua).

Ad ogni modo ricordiamo che i termini Kitesurfing, Kiteboarding, Kitesurf, Kite Surf, Kite, nella lingua parlata sono sinonimi e, nella maggior parte dei casi, si parla di kitesurf o semplicemente di kite riferendosi al kitesurf praticato con qualunque tipo di tavola.

E’ difficile imparare il kitesuf?

Il kitesurf è relativamente facile da imparare, soprattutto se paragonato ad altri sport acquatici / velici. La curva di apprendimento rispetto al windsurf è più veloce e raggiungere un livello considerato avanzato è sul serio veloce.

Quanto tempo ci vuole per imparare il kitesurf?

Per imparare a controllare il kite, a montare l’attrezzatura e fare le prime partenze dall’acqua, nella maggior parte dei casi dono sufficienti circa 6 ore, ossia circa due giorni di corso kitesurf. Per fare le prime planate sull’acqua serviranno circa 9 ore mentre per andare di bolina circa 12-15 ore. Una volta imparata la bolina la strada per diventare un kiter avanzato è davvero in discesa.

Ovviamente il tempo di apprendimento varia da persona a persona e può essere influenzato dalla predisposizione di ciascuno di noi e da esperienze pregresse.  Ad ogni modo possiamo dire che il tempo per arrivare alle prime planate varia solitamente di poche ore.

Il kitesurf è uno sport estremo?

Il kitesurf è considerato uno sport estremo soprattutto a causa delle evoluzioni che i kiter più avanzati riescono ad effettuare. In realtà, come detto in precedenza, il kiteusurf è uno sport semplice da imparare ed è sufficiente seguire delle regole di sicurezza e di buon senso, per renderlo uno sport alla portata di tutti.

Partecipando ad un un corso di kite di poche ore si riceveranno quelle nozioni di sicurezza e si imparerà a controllare  il kite e tutto sarà più semplice e meno estremo.

Quanto è pericoloso il kitesurf?

Il kitesurf non è uno sport pericoloso se si rispettano le regole di sicurezza e si procede gradualmente nell’apprendimento senza pretendere di bruciare le tappe. Dal punto di vista statistico, recentemente è stato calcolato che ogni 1000 ore di kitesurf si verificano 7 ore di infortuni.  E’ un numero abbastanza basso, paragonato ad altri sport come il football americano dove ogni 1000 ore si verificano 36 ore di infortuni.

Posso imparare a fare kitesurf da solo?

Se vuoi imparare il kitesurf, ti consigliamo di partecipare ad un corso kite tenuto da una scuola kitesurf riconosciuta evitando il fai da te. Le ragioni principali sono:

  • Il Kitesurf può essere uno sport pericoloso, sia per voi stessi che per gli altri, se non si seguono delle regole di sicurezza e si effettuano delle manovre sbagliate.
  • Imparare il kitesurfing con l’attrezzatura giusta è molto più semplice e veloce e chi inizia col fai da te difficilmente possiede l’attrezzatura giusta per le diverse fasi di apprendimento.
  • le aree in cui è possibile imparare il kitesurf sono  limitate e solitamente esistono delle stringenti ordinanze della Capitaneria al fine di garantire la pubblica sicurezza. Ad esempio alcune di queste prevedono che per imparare e fare kitesurf bisogna avere una serie di attrezzature, come barca di salvataggio, che difficilmente sono in possesso di chi vuole imparare da solo.

Kitesurf Sardegna: Porto Pollo

Kitesurf Porto Pollo Sardegna

La Sardegna è una splendida isola situata al centro del Mar Mediterraneo. È conosciuta in tutto il modo per i colori del mare, il suo fantastico popolo e i suoi cibi, ma anche per gli sport velici, come il windsurf e il kitesurf. Porto Pollo, nel nord della Sardegna, è uno dei luoghi più famosi per chi pratica windsurf e kitesurf. E’ diventato famoso negli anni 80 grazie al windsurf grazie all’organizzazione di molti eventi e regate di windsurf. Lo spot di Porto Pollo è costituito da una lingua di sabbia di sette chilometri il cui il mare si trova sia da una parte che dall’altra di questa lingua, creando due baie, una a ovest e una a est. Al giorno d’oggi Porto Pollo è frequentato sempre da moltissimi windsurfisti e anche da tanti kitesurfisti in quanto i venti soffiano con molta frequenza, anche se quasi sempre sono molto rafficati, e le sue acque sono meravigliose e cristalline. La baia a ovest è il punto designato per i kitesurf.

kitesurf a Porto Pollo Sardegna
Kitesurf Sardegna Porto Pollo

Informazioni per fare Kitesurf a Porto Pollo

Meta soprattutto di appassionati che raggiungono l’isola con la nave, Porto Pollo si trova nel Nord Sardegna a circa 35 km di strada da Olbia, dopo Palau, dal quale, per raggiungere Porto Pollo, bisogna muoversi in direzione di Santa Teresa di Gallura. Una volta incontrate le indicazione per l’Isola dei Gabbiani, basta proseguire per circa 5 km prima di arrivare alla meta, che comparirà all’improvviso sulla destra. Tante persone provano un’emozione intensa, un profondo senso di libertà e pace nel vedere quella che può essere definita un’atmosfera magica, in totale sintonia con la natura selvaggia, amata e tutelata dai suoi visitatori. Il confine è il mare che frange su una spiaggia popolata da sportivi e turisti che ondeggiano inebriati dal sapore della libertà. Dune di sabbia e mare cristallino separano Porto Pollo dal resto del mondo.

porto Pollo Kitesurf Sardegna
Kitesurf Sardegna Porto Pollo

Come detto in precedenza, a Porto Pollo esistono due baie, divise da una sottile lingua di terra. La baia più a Est è riservata ai wndsurfisti, quella più a ovest ai kitesurrfisti. La zona kitesurf riservata al Kitesurf si trova andando verso l’isola dei gabbiani. L’area non è molto grande, per cui i corsi si svolgono con una barca di supporto che porta gli allievi fuori nella baia. Le dune lungo la baia offrono rifugio ai non-kiter che cercano di abbronzarsi. Nella spiaggia sono presenti anche un paio di caffè e bar.

Il vento e le temperature a Porto Pollo

Porto Pollo è uno dei luoghi più ventosi della Sardegna: la vicinanza alla Corsica crea un effetto ad imbuto che incanala i venti. Ad ogni modo, la stessa Corsica rende i venti molto rafficati e quindi non propriamente idonei ai principianti del kitesurf. I venti soffiano spessissimo soprattutto in primavera (mesi di aprile, maggio, giugno) e da settembre a gennaio.

Per quanto riguarda le temperature, la temperatura dell’acqua ma soprattutto quella dell’aria, sono sempre di almeno qualche grado inferiori rispetto alle temperature che si registrano nel sud della Sardegna. Per questo motivo l’utilizzo della muta è sempre consigliato e così come avere sempre con sé un maglione e una giacca.

Kitesurf Porto Pollo Sardegna
Porto Pollo Kite Spot

Altri Kite Spot del Nord Sardegna vicino a Porto Pollo

Se vuoi conoscere i migliori kite spot dove praticare il kitesurf nel Nord Sardegna e nei dintorni di porto Pollo, di seguito troverai le informazioni di cui hai bisogno.

Kitesurf Spot de La Caletta

  • Tipo di spot: piatto
  • Livello minimo: principiante
  • Vento migliore: E – SE
  • Intensità del vento: 10-25 nodi
  • Spiaggia: sabbia con zona kite dedicata

La Spiaggia de La Caletta è molto bella e lunga con sabbia bianca e acqua azzurra. L’area Kite si trova sul lato sud della spiaggia; dal parcheggio, bisogna percorrere circa 500 m per arrivarci. Se la direzione del vento è Est o Sud Est solitamente c’è vento termico a partire dall’ora di pranzo; in questa condizione l’acqua è abbastanza piatta ed è buona per i principianti. Veni molto forti da Sud Est o da Nord possono formare onde anche abbastanza  grandi. A volte il vento da Est- Sud Est tende a trasformarsi in vento da Sud e in tale condizione il vento sarà leggermente laterale e in prossimità della riva sarà rafficato a causa di alcune colline che disturbano il vento. In queste condizioni di vento, conviene spostarsi verso Nord per circa 15 km per andare allo Spot di San Giovanni. Là il vento sarà laterale e costante.

Kitesurf Spot di San Giovanni

  • Tipo di spot: piccole onde
  • Livello minimo: principiante
  • Vento migliore: Est – Sud Est
  • Intensità del vento: 10-25 nodi
  • Spiaggia: sabbia senza una kite zone dedicata

Lunga spiaggia di sabbia, solitamente poco affollata, San Giovanni non ha un’area kite, ma sul lato nord della spiaggia c’è un’area quasi priva di persone perfetta per il kitesurf. Questo kite spot lavora bene quando a La Caletta il vento soffia da Sud ed è rafficato.

Kitesurf Spot di San Teodoro – La Cinta

  • Tipo di spot: choppy, piccole onde
  • Livello minimo: principiante
  • Vento migliore: Est – Sud Est
  • Intensità del vento: 10-30 nodi
  • Spiaggia: sabbia con zona kite dedicata nel periodo estivo (area kite ad 1 km dal parcheggio)

La Spiaggia di Sa Teodoro è La Cinta. Nel periodo estivo questa spiaggia è molto affollata e non è semplice la pratica del kitesurf. Esiste un’area kite a circa un km dal parcheggio.

Quanto costa l’attrezzatura da kitesurf? Prezzo di Vela, Trapezio, Barra, Tavola, Casco, Impact Vest

Costo kitesurf

Una volta finito il corso di kitesurf è normale volersi informare sul costo dell’attrezzatura da kitesurf necessaria per poter procedere da sé senza dover sempre affittare le vele, il trapezio, la barra e la tavola da kite.

Considerazioni Generali

Cominciamo a parlare del costo dell’attrezzatura per il kitesurf facendo due considerazioni:

  • kitesurf, uno sport libero: nonostante i prezzi delle attrezzature possano sembrare moderatamente alti, chi pratica il kitesurf ha la fortuna di non dover mai pagare per avere un luogo dove praticarlo in quanto la maggior parte delle spiagge in cui si pratica questo bellissimo sport sono libere e alla portata di tutti. Per tale motivo, quello che può inizialmente sembrare uno sport costoso, alla lunga non risulta alla fine uno sport così costoso come normalmente ci si aspetterebbe.
  • acquista l’attrezzatura da kitesuf in modo ponderato: non farsi prendere dalla fretta e dall’euforia acquistando un kite a caso, magari sbagliato. Ciò che è veramente importante quando si vuole acquistare un’attrezzatura da kitesurf è esser consapevoli del proprio livello e sceglierla in modo ponderato, scegliendo quela idonea e al proprio processo di crescita(dai una occhiata ai nostri consigli su come scegliere l’attrezzatura da kitesurf).
Costo Attrezzatura Kitesurf
Fare Kitesurf: Sport in libertà

 

Principianti: Quale Attrezzatura Acquistare

Hai appena finito il corso kitesurf e ti stai chiedendo quale tipo di attrezzatura per il kitesurf acquistare quando si è principianti? Puoi dare una occhiata a questo articolo su come scegliere l’attrezzatura da kitesurf.

Corso Kitesurf Principianti Sardegna
Corso di Kitesurf

Ad ogni modo, ci sono due possibilità: acquistare dell’attrezzatura da kitesurf usata o nuova.

A tanti potrebbe sembrare una buona idea comprare l’attrezzatura da kitesurf usata in quanto agli inizi è facile commettere degli errori leggeri che potrebbero compromettere il buon funzionamento dell’attrezzatura ponendo il rischio che si verifichino dei danni al kite compromettenti per le sue prestazioni. Il ragionamento spesso è questo: “sono un kiter principiante, meglio acquistare un’attrezzatura da kitesurf usata in modo tale che faccio degli errori e creo dei danni, è comunque un kite usato che non ho pagato tanto”. Acquistare attrezzatura da kitesurf usata potrebbe sembrare quindi un modo per risparmiare ma spesso, soprattutto perchè si è inesperti e/o si acquista online, è difficile verificare lo stato dell’attrezzatura usata, senza considerare il fatto che si rischia di acquistare del materiale non idoneo al nostro livello. Quindi se non si sa esattamente cosa comprare e non si conosce la persona da cui si acquista, può essere difficile e molto lungo trovare le offerte giuste per un buon usato e spesso si rischia di buttare dei soldi.

Attrezzatura Kite North Kiteboarding Prezzi

Per quanto riguarda l’attrezzatura da kitesurf nuova invece, i prezzi sono sicuramente più alti rispetto all’attrezzatura usata ma acquistando attrezzatura da kitesurf nuova avrete il vantaggio di essere seguiti da un esperto del settore che vi saprà dire esattamente che prodotto e modello acquistare. Inoltre acquistando un prodotto nuovo avrete la garanzia di un prodotto perfettamente funzionante e resistente (la teoria per la quale “siccome sono principiante meglio rischiare di rompere un kite usato” non è corretta perchè quando si usa l’attrezzatura da kite in modo indipendente si dovrebbe essere capaci di utilizzarla nel modo corretto senza creare pericoli per sè stessi, per gli altri e per l’attrezzatura stessa).

Quindi quanto costa veramente l’attrezzatura per fare kitesurf?

Costo Attrezzatura Kitesurf
Prezzi Attrezzatura Kitesurf

Per praticare il kitesurf è necessario avere un kite (detto anche vela o aquilone), un trapezio, una barra, una tavola per kitesurf, una muta per proteggersi e per non prendere eccessivo freddo, e infine un buon casco e un impact vest per proteggersi durante la pratica di questo affascinante sport acquatico.

Costo dell’attrezzatura da kitesurf: il kite

Con riferimento al kite, è possibile farsi un idea del costo reale dell’attrezzatura da kitesurf facendo un giro online, ma sostanzialmente il costo dell’attrezzatura varia a seconda del tipo di bene che si va a cercare. Un po’ come per i vestiti esistono dei kite di alcuni brand e modelli che costano più di altri perchè hanno delle metodologie costruttive diverse o perchè le case produttrici investono di più nella ricerca e sono più performanti. Altri possono essere caratterizzati da un costo minore in quanto meno performanti e magari con sistemi costruttivi di livello mirore o di brand non troppo conosciuti. Inoltre il prezzo di un kite varia anche a seconda della sua misura. Il prezzo di un kite (detto anche vela o aquilone) dunque può dipendere da diversi fattori.

Costo Attrezzatura Kitesurf
Kitesurf e libertà

I kite hanno un prezzo davvero variegato: se parliamo di kites nuovi il costo può variare da circa 600 euro per dimensioni più piccole fino a circa 2500 euro per le misure più grandi. Oltre al kite bisognerà considerare degli altri elementi fondamentali connessi al kite come la barra e le linee, la pompa e il leash. Il prezzo di una barra nuova si aggira tra i 350 e i 550 euro, il prezzo di un leash è di circa 50 euro mentre il prezzo della pompa è anch’esso di circa 50 euro.

Costo dell’attrezzatura da kitesurf: la barra

La barra è una delle attrezzature fondamentali per fare kitesurf in quanto senza la barra, correttamente collegata al kite e al trapezio, è assolutamente impossibile fare kitesurf. La barra da kitesurf è una parte dell’attrezzatura caratterizzata da un costo che può variare anche di qualche centinaia di euro a seconda del brand, delle caratteristiche e dei materiali costruttivi. Se acquistiamo un usato, è molto importante prendere in considerazione acquistare una barra da kitesurf di qualità che sia realmente integra e non troppo usurata, in modo da poter garantire tutti gli standard di sicurezza necessari a praticare questo sport senza rischi. Come già detto in precedenza, il costo di una barra nuova può variare tra circa 350 e i 550 euro a seconda del brand e delle prestazioni e caratteristiche di costruzione.

Attrezzatura Kitesurf: Prezzi Barra Kite
Prezzi Barra Kitesusrf

Costo dell’attrezzatura da kitesurf: la tavola

La tavola da kite ha un prezzo ugualmente differente a seconda della tipologia, delle dimensioni e dei materiali di costruzione. Esistono sostanzialmente 3 tipologie di tavole:

  • twintip (chiamate anche tavole bidirezionali), le tavole più comuni, utilizzabili in tutte le condizioni, sia da principianti che esperti di freestyle,
  • surfini, tavole utilizzate di solito per andare sulle onde;
  • tavole foil, che consentono di poter navigare sopra il pelo dell’acqua avendo meno attrito, utilizzate di solito con vento leggero.

Il prezzo di una twintip nuova è molto vario e il costo di una tavola nuova può variare da circa 300 euro a oltre 1000 euro a seconda delle dimensioni e dei materialii di costruzione. Acquistando delle tavole usate si possono risparmiare delle belle cifre e spesso queste ultime, a differenza dei kite e delle barre, sono in buone condizioni anche nel mercato dell’usato.

Prezzi tavola da Kitesurf
Tavola da Kitesurf

I surfini da kitesurf, così come le tavole bidirezionali, hanno un costo molto vario: il prezzo per una tavola da kite surf nuova, specifica per le onde, di solito varia da circa 400 euro a 1000 euro.

Le tavole foil, con le quali possiamo sollevarci sopra il pelo dell’acqua e planare anche con pochissimo vento grazie al pochissimo attrito che queste ultime hanno sull’acqua, sono molto più costose rispetto alle prime due categorie. Al prezzo di una tavola dobbiamo aggiungere anche quello della pinna. Mentre il prezzo della tavola è solitamente inferiore a 1000 euro, il prezzo della pinna hydrofoil  varia a seconda delle caratteristiche e dei materiali costruttivi (alluminio, acciaio, carbonio) e della dimensione (esistono pinne più o meno lunghe): il prezzo di una pinna completa nuova può variare tra circa 500 euro e 2500 euro. Con l’acquisto di una tavola da foil completa, difficilmente riusciremo a spendere meno di 1500 euro.

Foil North Kiteboarding
Tavola Foil

Costo dell’attrezzatura per il kitesurf: il trapezio

Il trapezio è uno strumento fondamentale per fare kitesurf ed è importante avere un modello che non abbia difetti, specie riguardanti la sicurezza. I trapezi sono la parte dell’attrezzatura da kitesurf che nonostante il costo non troppo elevato mantiene i propri standard di qualitativi anche dopo molto tempo e che pertanto possono essere acquistati anche usati con tranquillità. Ad ogni modo, dato il costo non troppo elevato e il fatto che durano molto nel tempo, in tanti optano per un acquisto di un trapezio nuovo.  Il prezzo di un trapezio nuovo varia da circa 80 euro a oltre i 250 euro, per i trapezi “shell”, rigidi nella parte posteriore.

Costo dell’attrezzatura per il kitesurf: la muta

La muta per il kitesurf è un prodotto importante in quanto sebbene in alcune stagnini, come l’estate, non sia una parte fondamentale dell’attrezzatura, protegge il nostro corpo da  eventuali colpi. Quindi la muta, oltre a riscaldarci e permetterci di fare kitesurf anche nelle condizioni più “fredde”, è un valido item protettivo. Il costo della muta per il kitesurf non è molto elevato se paragonato ad altre parti dell’attrezzatura da kitesurf: il prezzo di una muta nuova può variare da circa 50 euro per le mute estive più sottili a oltre i 150 euro per le mute invernali più spesse. Se volete acquistare una muta usata, il nostro consiglio è quello di farlo solo presso un negozio o una scuola, in modo da poter valutare attentamente le reali condizioni e capire se il rapporto qualità prezzo è davvero vantaggioso.

Muta invernale della Mystic Kiteboarding
Muta Invernale Mystic

Costo dell’attrezzatura per il kitesurf: il casco

Il kitesurf è uno sport semplice da imparare e in poco tempo si possono raggiungere dei livelli impensabili all’inizio. Sebbene da tanti sia considerato uno sport estremo, non è assolutamente uno sport pericoloso. Ad ogni modo, come in tutti gli sport, c’è sempre una componente di rischio. Ricordando che è necessario continuare il corso di kitesurf e non acquistare attrezzatura per kitesurf se non si è raggiunta l’indipendenza, proprio per questa componente di rischio, che forse caratterizza quel brio selvaggio che fa tanto amare il kitesurf, a causa di una pur sempre presente, come in tutti gli sport, componente di rischio che forse caratterizza quel brio selvaggio che fa tanto amare il kitesurf, è bene proteggere la nostra testa con un casco.

Il prezzo di un casco da kitesurf nuovo è solitamente inferiore ai 100 euro. Il costo non eccessivo di questa componente dell’attrezzatura da kite fa si che la maggior parte di coloro che pratica il kitesurf preferisca il nuovo all’usato.

Costo dell’attrezzatura per il kitesurf: impact vests e floating vest

Per adoperare il proprio kite in sicurezza è necessario non correre inutili rischi e prevenire i possibili incidenti. Per far questo è necessario innanzitutto fare un corso kitesurf che ci consena di avere una idonea preparazione, avere una attrezzatura efficiente e infine utilizzare degli idonei strumenti di protezione. Tra le componenti dell’attrezzatura da kitesurf, abbiamo già parlato della muta e del casco. A muta e casco dobbiamo aggiungere anche l’impact vest, che nella maggior parte dei casi ha anche la funzione di floating vest (giubbotto salvagente).

L’impact vest è una sorta di giubbetto protettivo aggiuntivo che si indossa durante le uscite in kite per proteggersi dagli evenutali impatti con l’acqua quando si cade dalla tavola. La maggior parte degli impact è realizzato con materiali galleggianti per cui, nella maggior parte dei casi, gli impact vest hanno anche la funzione di giubbotto salvagente.

Fortunatamente gli impact vests non costano molto: il prezzo di un impact vest nuovo è di circa 100 euro.

 

 

impact-vest-attrezzatura-da-kitesurf-prezzi-opinioni
Attrezzatura da Kitesurf: Impact vest

 

Costo dell’attrezzatura per il kiteboarding: i floating vests e i giubbotti salvagente specifici

Abbiamo appena finito di parlare di impact vests spiegando che avere delle protezioni può fare la differenza in caso di incidenti: mai sottovalutare possibili problemi, la sicurezza prima di tutto quando si fa kitesurf. Uno di questi  possibili problemi potrebbe essere la fine del vento quando stiamo praticando kitesurf e ci troviamo a largo lontani da riva, nell’acqua profonda. Questa è una situazione che non va sottovalutata e al contrario va affrontata in maniera logica e consapevole: l’utilizzo di un giubbotto salvagente specifico per il kitesurf potrebbe essere la soluzione giusta. Utilizzare un giubbotto salvagente qualsiasi mentre si fa kitesurf potrebbe essere scomodo, impedirci una visuale corretta o anche sbilanciarci in quanto potrebbe spostare il baricentro del nostro peso. In altre parole, indossare un giubbotto salvagente non studiato per il kitesurf può rappresentare un rischio in più. Fortunatamente esistono dei pratici giubbotti di aiuto al galleggiamento che  permettono di affrontare le situazioni di rischio prima citate con più leggerezza. Uno dei pro dei giubbotti di aiuto al galleggiamento appositi per il kitesurf è che questi possono essere intesi anche come impact vest, aiutando a mettervi in sicurezza e a riscaldarvi quando il vento e l’acqua non hann una temperatura troppo gradevole.

I prezzi di un giubbotto salvagente per il kitesurf va di pari passo con quelli delle impact vest: il costo di un giubbotto salvagente da kitesurf è di circa 100 euro..

Conclusioni sull’attrezzatura da kitesurf e sui prezzi dell’attrezzatura da kite

La cosa più semplice quando si vogliono capire e verificare i prezzi dell’attrezzatura da kitesusrf è quella di di verificare i prezzi online i costi reali dell’attrezzatura per fare kitesurf.

Poi il nostro consiglio è quella di acquistare online solo se si conosce esattamente il prodotto che vogliamo acquistare. Per tutti gli altri casi e quando possibile, è sempre meglio rivolgersi ad un esperto del settore, come un negozio o una scuola di kitesurf: nella maggior parte dei casi i prezzi dell’attrezzatura da kitesurf saranno in linea con i prezzi online e avremmo l’indubbio vantaggio sia di avere il supporto di un esperto del settore che ci potrà dare utili consigli nella scelta dell’attrezzatura, sia di poter vedere e toccare con mano tutti i pezzi che compongono l’attrezzatura da kite.