Kitesurf Significato Kitesurf Cos’è

In questo post vi spiegheremo cos’è il kitesurf,  il suo significato, la differenza tra i termini Kite – Kitesurf – Kiteboarding e risponderemo a qualcuna delle domande più frequenti tra chi si appresta ad imparare questo fantastico sport come “E’ difficile imparare il kitesuf?“, “Quanto tempo ci vuole per imparare il kitesurf?“, “il Kitesurf è uno sport estremo?”.

Kitesurf Significato
Kite North Kiteboarding

Kitesurf cos’è: Significato di Kite, Kitesurf, Kiteboarding

Il Kitesurf o Kiteboarding o semplicemente Kite è uno sport velico recente nato alla fine degli anni 90 come variante del surf. Consiste nel planare sull’acqua stando in piedi su una tavola e facendosi trainare da un kite (termine inglese per definire un aquilone) che viene mosso dal vento (ossia il vento è il propulsore). La persona trainata dal kite è collegata a questo tramite delle linee (detti anche cavi) e viene controllato e manovrato per mezzo di una barra di controllo. Se dovessimo rispondere in modo sintetico alla domanda “Kitesurf, cos’è” oppure “Significato kitesurf” potremmo dire: “il kitesurf è uno sport a vela in cui si sta in piedi su una tavola da surf mentre si è trascinati da un grande aquilone“.

Quale è la differenza tra Kite, Kitesurf, Kiteboarding?

Kite, Kitesurf (o Kitesurfing) e Kiteboarding, nella lingua italiana, sono termini utilizzati nella maggior parte dei casi come sinonimi per indicare lo sport del kitesurf. Nella lingua parlata, Kite, che in senso stretto indica l’aquilone con cui veniamo trainati quando pratichiamo il kitesurf, viene indicata come diminutivo della parola kitesurf o kiteboarding (quest’ultima parola, data la sua lunghezza, viene utilizzata pochissimo). Per cui l’espressione “Andiamo a fare a fare Kite?” significa “Andiamo a fare Kitesurf / Kitebording?”.

Volendo essere un po’ più precisi,

  • Il termine Kite, come già detto in precedenza, si riferisce all’aquilone con cui veniamo trainati quando pratichiamo il kitesurf o kiteboarding;
  • Tavola Da Kitesurf Monodirezionale
    Tavola da Kitesurf Mono direzionale

    Il termine kitesurf si riferisce all’uso di una tavola sa surf che è una tavola direzionale che ha bisogno di essere ruotata quando invertiamo la direzione di marcia;

  • Il termine kiteboarding si riferisce all’uso di una tavola diversa da quella della categoria precedente, come ad esempio una tavola twin tip (detta anche tavola bidirezionale detta così in quanto ha le estremità uguali e non ha bisogno di essere ruotata quando si inverte la direzione di marcia),  che è simile a una tavola da wakeboard (o da snowboard per i meno esperti) o una tavola da hydrofoil (che ci consente di planare alzandoci sopra il pelo dell’acqua).

Ad ogni modo ricordiamo che i termini Kitesurfing, Kiteboarding, Kitesurf, Kite Surf, Kite, nella lingua parlata sono sinonimi e, nella maggior parte dei casi, si parla di kitesurf o semplicemente di kite riferendosi al kitesurf praticato con qualunque tipo di tavola.

E’ difficile imparare il kitesuf?

Il kitesurf è relativamente facile da imparare, soprattutto se paragonato ad altri sport acquatici / velici. La curva di apprendimento rispetto al windsurf è più veloce e raggiungere un livello considerato avanzato è sul serio veloce.

Quanto tempo ci vuole per imparare il kitesurf?

Per imparare a controllare il kite, a montare l’attrezzatura e fare le prime partenze dall’acqua, nella maggior parte dei casi dono sufficienti circa 6 ore, ossia circa due giorni di corso kitesurf. Per fare le prime planate sull’acqua serviranno circa 9 ore mentre per andare di bolina circa 12-15 ore. Una volta imparata la bolina la strada per diventare un kiter avanzato è davvero in discesa.

Ovviamente il tempo di apprendimento varia da persona a persona e può essere influenzato dalla predisposizione di ciascuno di noi e da esperienze pregresse.  Ad ogni modo possiamo dire che il tempo per arrivare alle prime planate varia solitamente di poche ore.

Il kitesurf è uno sport estremo?

Il kitesurf è considerato uno sport estremo soprattutto a causa delle evoluzioni che i kiter più avanzati riescono ad effettuare. In realtà, come detto in precedenza, il kiteusurf è uno sport semplice da imparare ed è sufficiente seguire delle regole di sicurezza e di buon senso, per renderlo uno sport alla portata di tutti.

Partecipando ad un un corso di kite di poche ore si riceveranno quelle nozioni di sicurezza e si imparerà a controllare  il kite e tutto sarà più semplice e meno estremo.

Quanto è pericoloso il kitesurf?

Il kitesurf non è uno sport pericoloso se si rispettano le regole di sicurezza e si procede gradualmente nell’apprendimento senza pretendere di bruciare le tappe. Dal punto di vista statistico, recentemente è stato calcolato che ogni 1000 ore di kitesurf si verificano 7 ore di infortuni.  E’ un numero abbastanza basso, paragonato ad altri sport come il football americano dove ogni 1000 ore si verificano 36 ore di infortuni.

Posso imparare a fare kitesurf da solo?

Se vuoi imparare il kitesurf, ti consigliamo di partecipare ad un corso kite tenuto da una scuola kitesurf riconosciuta evitando il fai da te. Le ragioni principali sono:

  • Il Kitesurf può essere uno sport pericoloso, sia per voi stessi che per gli altri, se non si seguono delle regole di sicurezza e si effettuano delle manovre sbagliate.
  • Imparare il kitesurfing con l’attrezzatura giusta è molto più semplice e veloce e chi inizia col fai da te difficilmente possiede l’attrezzatura giusta per le diverse fasi di apprendimento.
  • le aree in cui è possibile imparare il kitesurf sono  limitate e solitamente esistono delle stringenti ordinanze della Capitaneria al fine di garantire la pubblica sicurezza. Ad esempio alcune di queste prevedono che per imparare e fare kitesurf bisogna avere una serie di attrezzature, come barca di salvataggio, che difficilmente sono in possesso di chi vuole imparare da solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *